Imola. Solidaliscene propone a Imola 14 diverse proposte, in 17 appuntamenti tra teatro, musica, danza, fotografia. Il programma, principalmente all’interno del Parco dell’Osservanza, interesserà anche altri spazi della città, il tutto fino all’8 ottobre.

Solidaliscene è una proposta di teatro su temi socialmente sensibili e con il coinvolgimento, come attori, di professionisti del teatro, di operatori del sociale e della cultura, di volontari, di persone in situazione di fragilità sociale, in collaborazione a professionisti della musica, della danza, di scrittori, di associazioni e cooperative attive in ambito culturale e sociale, con il sostegno di Enti Pubblici e soggetti privati.

Solidaliscene, proposto alla Regione Emilia Romagna da ExtraVagantis Teatro – Aps, che ne cura l’organizzazione e il coordinamento, si realizza con il contributo della legge 37/94.

Solidaliscene riunisce due festival: la III edizione di “Reteteatri Festival”, a cura della Rete dei Teatri solidali, della Città metropolitana di Bologna, in compartecipazione con l’Istituzione Gian Franco Minguzzi della Città metropolitana di Bologna, con il contributo del Comune di Bologna (all’interno del programma di “Bologna Estate” e in collaborazione con Cassero LGBTI+ Center di Bologna), e la XIII edizione di “DDT – Diversi Dirompenti Teatri”, a cura di ExtraVagantis Teatro e la direzione artistica di Marina Mazzolani, con il contributo del Comune e della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola, di Con.Ami, in collaborazione con Anpi – Sezione di Imola, Cidas Coop sociale, Combo Jazz Club, Arci Bologna Aps.

Solidaliscene e i festival che riunisce hanno come tema di lavoro artistico “Muri“: ne deriva una raccolta delle diverse suggestioni, liberamente sviluppate da diversissimi artisti. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

In caso di pioggia non sono previsti recuperi; gli appuntamenti del 24, 25 settembre e del 1°, 2, 8 ottobre sono confermati anche in caso di maltempo.

Info: [email protected] – Cell. 339.2294412 – Facebook: @extravagantis – @teatrisolidali

Sfoglia il programma >>>>