Spett. redazione,
È notizia di questi giorni che il cinema San Rocco, ormai ultimo cinema della città, non riaprirà più, almeno non riaprirà prossimamente. Dopo la chiusura negli anni di tutte le altre sale, prima il Venturini, poi l’Astra e infine il Giardino, solo il piccolo cinema parrocchiale San Rocco sembrava resistere e continuare a proporre pellicole di qualità. Vuoi l’avvento delle multisala, vuoi la crescente diffusione delle TV on demand e delle piattaforme streaming, vuoi la pandemia e ora l’aumento esorbitante delle bollette energetiche, purtroppo anche il San Rocco, ultimo baluardo del cinema a Lugo, ha alzato bandiera bianca.

Purtroppo in questo modo la città perde un servizio, ma cogliamo l’occasione per ringraziare i volontari che per tanti anni hanno tenuto duro, permettendo al San Rocco di rimanere aperto.

Ora, però, è il momento di cercare soluzioni alternative.

Il Comune di Lugo sta progettando il nuovo auditorium nei locali dell’ex Enal, una sala multifunzione da oltre 300 posti che da anni era richiesta da molti cittadini e che faceva parte del programma della coalizione di centrosinistra. Certo, siamo ancora in fase progettuale e quindi servirà del tempo per vedere l’auditorium funzionante, ma sicuramente potrebbe essere un’opportunità per offrire nuovamente il cinema ai lughesi.

Occorrerà studiarne la gestione, ma il cinema potrà essere una delle innumerevoli funzioni che l’auditorium potrà donare alla città di Lugo e a tutto il territorio della Bassa Romagna

(Gabriele Serantoni, Europa Verde/Verdi Lugo)