Imola. Anche quest’anno è stato indetto il bando per l’erogazione di contributi a parziale rimborso delle spese di locazione sostenute dai cittadini residenti nella Regione Emilia Romagna nell’anno 2022.

Le domande dovranno essere presentate fino alle 12 di venerdì 21 ottobre. La novità di quest’anno consiste nel fatto che l’istanza dovrà essere presentata unicamente sulla piattaforma web regionale raggiungibile al link https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/BandoAffitti con accesso tramite SPID / CNS e CIE.

La protocollazione sarà automatica e il cittadino potrà usufruire dell’aiuto per la compilazione della domanda anche rivolgendosi ad organizzazioni private che hanno aderito all’invito regionale ovvero tramite gli sportelli degli enti locali. Tutti i riferimenti sono reperibili sul sito Asp www.aspcircondarioimolese.bo.it e sul sito regionale  https://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/sost/contributi-per-l2019affitto-2022#info

Possono presentare domanda di contributo i nuclei familiari conduttori di immobili in possesso, alla data di presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Il cittadino di uno Stato non aderente all’Unione Europea è ammesso solo se munito di permesso di soggiorno con durata di almeno un anno oppure permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo.
  • Residenza anagrafica, dimora o domicilio nell’alloggio per il quale si è intestatari di contratto di locazione ad uso abitativo ubicato in uno dei Comuni del Circondario Imolese
  • Valore ISEE per l’anno 2022 (attestazione INPS) non superiore a 17.154 euro.

Oppure

  • Valore ISEE per l’anno 2022 (attestazione INPS) non superiore ad 35mila euro e calo del reddito Irpef superiore al 25%. Quest’ultimo requisito consente anche agli assegnatari di alloggio Erp di accedere alla misura.

Il contributo massimo concedibile è pari a 3 mensilità del canone per un importo totale non superiore a 1.500 euro. Le risorse complessivamente stanziate a livello regionale sono oltre 40 milioni e verranno distribuite tra i territori dopo la scadenza del termine di presentazione delle domande, sulla base del fabbisogno espresso dai singoli distretti sociali.

L’assessora al Welfare Daniela Spadoni

La Giunta circondariale ha confermato Asp Circondario Imolese come ente gestore dell’istruttoria delle domande e della formulazione delle conseguenti graduatorie sovracomunali in cui le domande valide presentate verranno collocate in ordine decrescente di incidenza del canone sull’Isee

Eventuali informazioni possono essere chieste via e-mail all’indirizzo [email protected]

Il direttore di Asp Stefania Dazzani ha commentato: “Nel 2021, il contributo locativo per il nostro territorio è stato pari a circa un milione e 500mila euro e più di un migliaio di famiglie, hanno potuto far fronte alle proprie necessità attraverso un aiuto concreto ed efficace. Per Asp promuovere la cultura della solidarietà e dell’autonomia è, da sempre, uno dei cardini fondamentali e dare sostegno economico ai singoli e alle famiglie in difficoltà, significa restituire un senso di fiducia e di dignità personale, favorendo la progettualità futura”.

Da parte sua, Daniela Spadoni, assessora al Welfare del Comune di Imola e presidente dell’Assemblea dei soci Asp ha sottolineato: “Il contributo affitti è una delle misure che la nostra Regione ha posto in essere come sostegno al diritto alla casa.  In particolar,e in questi ultimi anni sono stati posti dei requisiti di accesso al bando che sono maggiormente in grado di dimostrare quanto la pandemia e la crisi economica hanno impattato sulla vita delle famiglie. Il Comune di Imola e il circondario imolese sono pronti a sostenere le loro famiglie più in difficoltà anche con questo contributo, dimostrando la vocazione del nostro territorio regionale e circondariale a non lasciare nessuno indietro e a riconoscere a tutti i medesimi diritti e opportunità di vita”.