Imola. Domenica 18 settembre si è svolta la cerimonia a ricordo del 78esimo anniversario dell’assedio di Ca’ di Guzzo, in anticipo di una settimana rispetto alla data consueta, per non andare a sovrapporsi alle elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento che si terranno domenica 25 settembre.

La cerimonia è stata promossa dalle sezioni Anpi di Castel del Rio, Castel San Pietro e Imola per ricordare l’eroica battaglia che un reparto della 36ª Brigata Garibaldi “Bianconcini” sostenne tra il 27 e il 28 settembre 1944, durante la quale inflisse gravi perdite al nemico. Circondati dai tedeschi nel casolare ove avevano cercato riparo per la notte, i partigiani ingaggiarono un furioso combattimento che si protrasse fino al mattino, quando i superstiti riuscirono a rompere l’accerchiamento.

 Alla cerimonia, al monumento di Belvedere, sono intervenuti il presidente dell’Anpi di Imola, Gabrio Salieri, il sindaco di Castel del Rio, Alberto Baldazzi, la sindaca di Casalfiumanese, Beatrice Poli e il vicesindaco Fabrizio Castellari, in rappresentanza del Comune di Imola.