Spett. redazione,
l’estate sembra aver portato via con sé i clamori legati al caso isola ecologica di Montericco. In realtà negli ultimi mesi ci sono stati degli sviluppi importanti.

Il comitato Agorà, da sempre impegnato nel sostenere il suo no alla realizzazione del centro di raccolta e riuso in località Montericco, ha presentato ricorso al Presidente della Repubblica sostenendo la posizione secondo la quale il progetto approvato dall’amministrazione comunale è in contrapposizione con alcuni punti fondamentali del permesso a costruire.

Inoltre, il comitato sostiene l’inosservanza, da parte del Comune, dei patti contenuti nel contratto di compravendita stipulato con i Pasolini Dall’Onda, come a voler cancellare le memorie dell’illustre famiglia imolese ricoprendola dai rifiuti all’indomani della scomparsa di donna Desideria.

La risposta dell’amministrazione è stata quella di costituirsi chiedendo la rimessione della causa al Tar, confermando ancora una volta la scelta del non dialogo con i cittadini i quali, non solo hanno sostenuto le proprie spese legali attraverso un autofinanziamento ma, indirettamente, contribuiscono anche a quelle del Comune.

Nulla da meravigliarsi da una Amministrazione che sceglie l’arroganza, la prepotenza ed il business dei rifiuti al posto del dialogo con i cittadini. Facile per il Sindaco giocare con il danaro pubblico!

Il comitato dunque ha a lungo riflettuto e discusso sul da farsi, giungendo alla decisione di rinunciare all’Azione. Una decisone dettata dal buon senso, avverso un’Amministrazione che preferisce affrontare a muso duro i propri cittadini, senza tener conto della voce di chi chiede di essere ascoltato su un tema così importante come quello della raccolta e smistamento dei rifiuti.

A poco sono serviti gli incontri del febbraio scorso tra l’assessore Spada e i cittadini, poiché si sono svolti ad approvazione del progetto già avvenuta. Una gran bella presa in giro, affermano unanime gli abitanti del quartiere Montericco.

D’altra parte l’Amministrazione non ha mai manifestato l’intenzione di un reale confronto sul tema ma ha preferito proseguire sulla propria strada senza curarsi dei residenti. Ancora una volta, insomma, saranno i cittadini a pagare le conseguenze delle scelte comunali.

Peccato dirlo, ma il sindaco e la sua amministrazione non dimostrano un gran senso civico!

Grazie ai tanti cittadini e alle forze politiche che hanno manifestato vicinanza alle attività del comitato, in particolare i consiglieri comunali Marchetti, Vacchi, Vella e Roi.

Buon voto a tutti!

(Comitato Agorà Montericco)