Dozza (Bo). Il concerto per chitarra classica “Corde d’Autunno”, con Diego Melfi e Francesco Levato, dà il via domenica 25 settembre alla seconda parte della stagione concertistica 2022 dell’Associazione Musicale Dozzese, che ha il sostegno della BCC della Romagna Occidentale.

Due, invece, i concerti che, nel mese di novembre, offriranno un repertorio dedicato al saxofono e al pianoforte. Il primo, domenica 6 novembre, vedrà esibirsi il duo composto da Caroline Leigh Halleck e Alexandra Tchernakova con un programma intitolato “Breaking”. Il secondo, domenica 13 novembre, vedrà Giovanna Virgil e Jorge Juarez, con il loro “Musica, ponte fra due oceani”.

Sabato 17 dicembre il concerto coinciderà con il tradizionale saluto dell’Amministrazione comunale alle associazioni del territorio e con la premiazione dei cittadini benemeriti. Il programma prevede alcune trascrizioni dal repertorio per pianoforte e orchestra, eseguite dal Maestro Luigi Moscatello con il Reed Quartet (quartetto di sax).

Tutti gli eventi avranno l’ingresso a offerta libera e inizieranno alle ore 17.

“Anche nel 2022 l’Associazione musicale dozzese sta realizzando una stagione concertistica alla rocca di Dozza, grazie al prezioso contributo della Bcc della Romagna Occidentale, che ha sempre dimostrato l’intento di valorizzare le attività culturali del territorio, nello specifico quelle musicali. In primavera si sono già svolti tre concerti dedicati al canto, al pianoforte solista e a quattro mani, con artiste provenienti da Italia, Ucraina, Russia e Belgio. – spiega il Maestro Luigi Moscatello, direttore artistico dell’associazione -. Iniziative rese possibili anche grazie al Comune di Dozza e alla Fondazione Dozza Città D’arte, che con il consueto spirito di collaborazione ha ospitato i concerti all’interno del Salone Maggiore della rocca, offrendo così un’ulteriore attrazione artistica ai cittadini e ai tantissimi turisti che vengono in visita al borgo nel fine settimana”.

“Pensare alla musica come ‘ponte fra due oceani’, per prendere a prestito il titolo di uno dei concerti in programma a Dozza, restituisce davvero il valore di questi incontri e invita a una riflessione sul ruolo dell’arte e della cultura, in questo tempo – commenta Luigi Cimatti, presidente della Bcc della Romagna Occidentale -. È davvero giunto il momento di fermarsi ad ascoltare e a godere di questi momenti di bellezza che le realtà associative del territorio ci offrono. Occasioni che, come Banca, siamo ben lieti di sostenere perché fanno parte del nostro ruolo, e del nostro essere ‘nella comunità’, come istituzione che crede che la cultura, in questo caso la musica, possa farci crescere nel bene e nel bello”.