Urne chiuse alle 23. I primi exit poll sembrano confermare le aspettative della vigilia con Fratelli d’Italia primo partito che otterrebbe tra il 22 e il 26% dei voti, sotto le aspettative il Partito democratico che viaggerebbe tra il 17 e il 22 %. Buon risultato del Movimento 5 stelle che si attesterebbe tra il 13,3 e il 17,5%. La Lega potrebbe non arrivare al 10%, gli exit poll le danno tra l’8,5 e il 12,5%, sotto al 10 invece Calenda e Renzi: tra il 6,5 e 8,5%. Infine Forza Italia tra il 6 e l’8%.

Numeri avvalorati anche dalle prime proiezioni che collocano Fratelli d’Italia primo partito con oltre il 24%, staccando il Pd al 19%, terza forza il M5s con il 16,7%, la Lega crolla sotto al 10% (8,7%) e Forza Italia all’8% rincorsa da Calenda al 7,3%.

Nel suo complesso il centrodestra supererebbe di poco 40% dei voti validi, staccando nettamente il centro sinistra che si fermerebbe attorno al 25 -27%.

Importante il dato dell’affluenza, 64%, che segna un calo di circa il 10% rispetto alle precedenti elezioni politiche del 2018, ed è il dato più basso per le politiche dal dopoguerra ad oggi.

Se venissero confermate queste tendenza il centro destra alla Camera potrebbe contare tra i 220 e i 250 seggi una maggioranza schiacciante tenuto conto del calo dei parlamentari che alla Camera diventano 400. IL Centro sinistra conterebbe su 78-98 seggi, il M5s 36-56, Calenda e Renzi 15-25.

Al Senato il centrodestra su 200 senatori totali, ne avrebbe tra 111 e 131, il centrosinistra 33-53, il M5s 14-34 Calenda e Renzi 4-12.

CAMERA DEI DEPUTATI

Il voto in diretta Italia >>>>

Il voto in diretta Emilia Romagna >>>>

Il voto in diretta Collegio uninominale U05 Imola >>>>

Il voto in diretta Collegio uninominale U08 Ravenna >>>>