La fine dell’estate ha sancito il netto cambio delle temperature; risulta dunque importante cominciare a valutare le giuste opzioni per riscaldare gli ambienti di casa in maniera adeguata.

In alcune zone di Italia, infatti, il freddo ha già cominciato a farla da padrone e accendere sin da subito i termosifoni rischierebbe di far aumentare in modo esorbitante la bolletta, i cui costi hanno già subito un significativo aumento a causa degli ultimi rincari energetici.

Si rende dunque necessario trovare un’alternativa ai classici termosifoni che, specie nelle case grandi, comportano più spese che benefici. In questo articolo, quindi, si andranno a valutare le migliori soluzioni possibili.

Le alternative ai termosifoni

Come abbiamo accennato, l’arrivo del freddo comporta inesorabilmente la scelta di dover riscaldare la propria casa; qui di seguito illustreremo una serie di alternative che permetteranno di evitare di accendere i termosifoni e avere brutte sorprese in bolletta.

– Isolamento della casa

Garantirsi una casa calda senza dover spendere troppo per riscaldarla è possibile solo iniziando dal suo corretto isolamento.

Se, infatti, si fa attenzione a eliminare ogni spiffero proveniente da porte e finestre, si riuscirà mantenere costante il riscaldamento, evitando che si disperda inutilmente.

– Stufe

Grandi alleate in inverno sono sicuramente le stufe; queste garantiscono un ottimo riscaldamento a fronte di spese più esigue.

Ideale per riscaldare è quella a pellet in quanto fornisce una soluzione più vantaggiosa anche grazie all’introduzione degli incentivi all’acquisto: informandosi su siti di settore, sarà possibile accedere al bonus per la stufa a pellet, che permette di tagliare ulteriormente i costi in questo periodo caratterizzato dall’aumento generale dei prezzi.

Le più recenti stufe a pellet, infatti, permettono non solo di riscaldare uniformemente l’ambiente, ma garantiscono anche un basso consumo e producono poco scarto.

Un altro vantaggio è dato dal fatto di non rilasciare fumi nelle stanze, evitando di creare disagio e dispersione di cattivi odori nell’ambiente; inoltre, altro aspetto da non sottovalutare, è che molti modelli forniscono l’installazione di portelli anti-bambini, garantendone la piena sicurezza.

– Camino a legna

Infine, quando si parla di inverno, viene automatica l’associazione del riscaldamento con il classico camino a legna.

Questa, purtroppo, è una tipologia di soluzione che non può essere alla portata di tutti in quanto si dovrà disporre di una particolare disposizione dell’immobile che sia finalizzata all’installazione di un camino a legna.

Chi può godere di questo vantaggio, invece, dovrà accertarsi di reperire solo tipologie di legno adatte che non creino fumi e dispersioni di altro genere e aver molto cura di creare soluzioni di areazioni che garantiscano il corretto filtraggio dell’aria.