Incontri di educazione civica e cittadinanza economica dedicato alle scuole

Castel Bolognese (Ra). La Bcc Romagna occidentale entra nel novero dei partecipanti della Fondazione per l’Educazione finanziaria e al Risparmio (FEduF), creata dall’Associazione bancaria italiana per diffondere l’educazione finanziaria in un’ottica di cittadinanza consapevole e di legalità economica.

“I dati delle ricerche nazionali e internazionali rivelano quanto sia urgente un’azione di sistema per la crescita dell’educazione finanziaria degli italiani – commenta Giovanna Boggio Robutti, direttore generale della FEduF – non possiamo quindi che accogliere con estremo piacere il contributo alla diffusione della consapevolezza economica di Bcc Romagna occidentale, punto di riferimento sul territorio per la capacità di ascoltare e interpretare le esigenze di ogni singola persona. Grazie a questa collaborazione potremo portare nuove competenze di cittadinanza economica nelle scuole del territorio, dando agli studenti la capacità di compiere scelte consapevoli nella loro relazione con il denaro, strumento indispensabile di benessere e sostenibilità”.

Spesso le tematiche finanziarie sono comunicate in modo complesso e, oggi, è sempre più necessario affrontare in modo lucido e consapevole le scelte relative alle risorse economiche, sia in termini di gestione del quotidiano sia nella prospettiva del risparmio in famiglia e del miglior utilizzo delle risorse. Per questa ragione Bcc Romagna occidentale mette al centro del suo primo ciclo di incontri i temi della sostenibilità e dell’utilizzo consapevole del denaro con due incontri per le scuole primarie: il 24 ottobre 2022 la lezione “L’utilizzo consapevole del denaro e il risparmio” e il 10 novembre 2022 la lezione “Diventare cittadini sostenibili” con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni alle tematiche di natura finanziaria e facilitare la crescita di una cittadinanza attiva e responsabile, compiti che rientrano nelle attività che Bcc porta avanti con la coscienza di ricoprire, come banca legata al proprio territorio, oltre a un ruolo economico, un importante ruolo sociale.

“Una Banca cooperativa nasce dalla partecipazione delle persone e attraversa le generazioni svolgendo al meglio il suo compito quando riesce a trasmettere quei princìpi fondanti che ne delineano l’identità e gli scopi”, afferma Luigi Cimatti, Presidente della Bcc Romagna occidentale. “Con questa convinzione noi riteniamo un dovere morale partecipare a progetti educativi rivolti ai giovani affinché essi siano preparati al meglio quando prenderanno il loro posto di adulti nella società. Per tale motivo coinvolgeremo anche le scuole secondarie e intendiamo dare continuità negli anni a questo progetto. Le nuove generazioni hanno dinanzi a loro un mondo nuovo e grandi sfide da affrontare all’interno di nuovi modelli di sviluppo sociale ed economico in armonia con l’ambiente e con la dignità delle persone. Dunque, iniziative come questa potranno certamente essere di aiuto ai ragazzi nell’affrontare il loro cammino di vita nella consapevolezza dei grandi valori a noi molto cari e sempre più preziosi, quali il mutualismo e la solidarietà”.

Al centro dei due eventi online, “Diventare cittadini sostenibili” e “L’utilizzo consapevole del denaro e il risparmio”, due temi di stretta attualità e direttamente collegati all’educazione finanziaria: da un lato l’economia circolare e la gestione consapevole delle risorse, con un approfondimento su modelli di sviluppo sostenibile e di economia civile e dall’altro una riflessione sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente per sé stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole. Nel corso delle lezioni le bambine e i bambini sono aiutati a ragionare su sostenibilità e risparmio, partendo dalle azioni quotidiane e personali che ognuno può compiere, promuovendo quindi le “buone pratiche” di sviluppo sostenibile che creano valore aggiunto e al contempo preservano le risorse per le generazioni future.