Imola. Nella giornata dedicata alla Commemorazione dei Defunti, il 2 novembre il sindaco Marco Panieri si è recato in visita al cimitero del Piratello. Il primo cittadino ha deposto un mazzo di fiori e reso omaggio dapprima al Famedio, che ospita le tombe dei grandi imolesi del passato, poi alla tomba di Veraldo Vespignani (ex sindaco ed ex parlamentare imolese), al Sacrario dei Caduti della Prima Guerra Mondiale, ai Caduti della Seconda Guerra Mondiale e infine alla tomba monumentale dei Caduti della Resistenza. Il sindaco Panieri si è poi intrattenuto con il vescovo Giovanni Mosciatti, per un breve saluto prima che quest’ultimo celebrasse la messa al Piratello, per la commemorazione dei defunti.

Il sindaco Marco Panieri e il vescovo Giovanni Moscatti al Piratello in occasione della Commemorazione dei Defunti

Il sindaco Panieri si è successivamente recato in visita al cimitero di Castel del Rio, dove ha deposto un mazzo di fiori e reso omaggio alla tomba di Massimo Marchignoli, ex sindaco di Imola e parlamentare.

“Abbiamo voluto portare l’omaggio, sentito e doveroso, dell’Amministrazione comunale a tutti i defunti, attraverso il ricordo di chi ha servito, nelle diverse forme e ruoli, la comunità cittadina”, ha dichiarato Panieri.