Faenza. 25 ottobre, terminata la deadline per le iscrizioni al trail del Cinghiale, una delle gare autunnali più popolari e partecipate dell’Appennino settentrionale, ed in particolare in quello Tosco-Romagnolo.

E’ prevista – per ragioni di sicurezza – la presenza di non più di 200 partecipanti in ciascuna nelle 2 prove lunghe, 300 nella 33 km e 400 nella “short”. La partenza è prevista per le ore 22 di venerdì 4 novembre, utilizzando le lampade frontali della Ultra (5 punti Itra),mentre l’indomani (alle ore 6 ) sarà la volta della 60 km (3 punti Tra), alle 7,30 della 33 km (2 punti Itra) ed alle 10 della prova “short”.

Ecco in breve le caratteristiche dei percorsi, articolati secondo le seguenti tappe:

-K15 Anello rosso (D+ 760 m.). Si inerpica verso il Passo Carnevale, poi verso l’8° km si arriva all’antica chiesa di Lozzole dove viene allestito un ristoro. Si continua per l’ultima salita, dopo il vecchio borgo abbandonato di Campergozzole, e finalmente la discesa finale di 4 km . Dal ristoro di Lozzole in poi gli ultimi 7 km saranno comuni per tutte le distanze.

-K33 Anello giallo + rosso (D+ 1.910 m.).Prima parte con partenza in salita sull’Anello giallo, che conduce a metà sul Passo del Paretaio, e poi in cima al Monte Faggiola, toccando quota 1.000 metri di altitudine.
Conseguentemente, il ritorno in paese verso il percorso che arriva ai Prati piani, lungo il sentiero che in passato ha visto passare diversi Papi. Ripartenza dopo il ristoro Seniobike per l’anello rosso.

-K60 Anello verde (D+ 3.850 m.). Questa è una delle novità più interessanti della decima edizione, la 60 lascerà la storica sequenza giallo, blu, rosso per fare integralmente l’Anello verde. Sua caratteristica è quella di fare la parte più alta del Mugello partendo in direzione del vecchio borgo di Mantigno per poi portarsi in crinale sul Monte del Fabbro e ridiscendere verso il primo cancello con ristoro alla Chiesa di Piedimonte al 28° km. Si prosegue per una lunga ed impegnativa salita di 5 km per i boschi dell’alto Mugello fino al Poggio dell’Altello dove il percorso gara si svilupperà per oltre 10 km all’interno dell’area naturale Giogo-Casaglia in una foresta praticamente intatta. Dopodichè verso il 40° km ci sarà la cima Coppi, e anche la vetta più alta del Cinghiale, il Monte Carzolano a quasi 1.200 m. di altitudine e poi giù in picchiata in direzione Lozzole a 7 km circa dall’arrivo. L’orario di partenza è stato scelto per vedere l’alba, in cui si potrà contemplare la maestosità delle foreste del Mugello.

Infine, è importante ricordare che in occasione anche di questa decima edizione per tutti i “finisher” saranno in omaggio t-shirt e smanicati prodotti da Biotex col logo del Cinghiale e medaglia del decennale appositamente coniata in ceramica, assieme al Pasta party, gestito dalla Pro Loco, ed al venerdì sera la polenta con cinghiale, però a pagamento.

(Annalaura Matatia)