Rimini. Cefla e Bloom Energy assieme per la transizione energetica. Nell’ambito di Ecomondo, l’evento di riferimento in Europa per la transizione ecologica e i nuovi modelli di economia circolare e rigenerativa, le due aziende hanno siglato una partnership per la realizzazione e la distribuzione di nuovi impianti di fuel cell, i dispositivi che consentono di produrre energia elettrica senza combustione, e quindi di ridurre le emissioni in conformità con gli obiettivi di decarbonizzazione fissati dalla UE.

A destra, Massimo Milani, managing director Business unit engineering di Cefla, e Tim Schweikert (a sinistra), senior managing director of International business development di Bloom

“La partnership con Bloom Energy è motivo di grande orgoglio per noi di Cefla e consolida ancor più la nostra posizione di riferimento nel settore energetico italiano” ha affermato Gianmaria Balducci, presidente di Cefla, in occasione della presentazione ufficiale avvenuta oggi in fiera ad Ecomondo-Key Energy.

Cefla, società leader in Italia per la progettazione, la costruzione e la gestione di centrali di cogenerazione e progetti di efficienza energetica in ambito civile e industriale, con la propria Business unit engineering – che quest’anno ha festeggiato 90 anni di attività – ha scelto di avviare la collaborazione con la californiana Bloom Energy, leader nello sviluppo e nella produzione delle fuel cells, la cui mission aziendale si fonda su un futuro più sostenibile. La tecnologia delle fuel cells permette di trasformare idrogeno, gas naturale e altri combustibili green, come il biogas, in energia elettrica senza combustione e consente quindi di ridurre le emissioni di CO2.

L’accordo con Bloom Energy prevede la distribuzione in Italia, al 2025, di Energy Server a ossido solido (solid oxide fuel cell) per molteplici MW, e aiuterà le aziende italiane nella transizione da fonti energetiche tradizionali basate sulla combustione a un Energy Server basato su fuel cell in grado di soddisfare in modo efficiente le principali esigenze energetiche.

La partnership tra Bloom Energy e Cefla consolida la leadership di entrambe le aziende nel settore energetico, ampliando l’offerta di energia pulita a disposizione delle aziende italiane. La Business unit engineering di Cefla, che da oltre 40 anni opera nel settore energetico, installerà e si occuperà della manutenzione degli Energy Server di Bloom, sistemi ad alta efficienza, che consentono di soddisfare l’obbligo di riduzione dei gas recentemente approvato dai ministri dell’Energia dell’Unione Europea. La tecnologia di Bloom, che consente di scegliere tra gas naturale, biogas o idrogeno, produce elettricità senza combustione, e riduce le emssioni di carbonio rispetto alla rete, quasi azzerando le particelle nocive che causano la formazione di smog.

“Dopo gli eventi dello scorso anno, i leader politici e industriali europei sanno che devono concentrarsi sull’aumento della sicurezza energetica – ha affermato Tim Schweikert, senior managing director of International business development di Bloom -. Crediamo che la scelta della tecnologia Bloom da parte di Cefla proponga Bloom come soluzione per il nuovo mandato europeo di risparmio energetico e rappresenti un importante passo verso la sua futura indipendenza energetica”.

Si tratta del secondo accordo di Bloom Energy con un’azienda italiana leader, dopo l’annuncio, all’inizio di quest’anno, dell’installazione dei suoi Energy Server nell’ambito del progetto di decarbonizzazione della casa automobilistica Ferrari.

“Si tratta di una spinta importante per continuare a sviluppare importanti novità nell’ambito della sostenibilità, proseguendo ad investire in questo settore con proposte che si inseriscano nel percorso tracciato dal Green Deal e della transizione energetica” – sottolinea Gianmaria Balducci, Presidente di Cefla – “In un momento come quello attuale in cui l’Europa ha estrema urgenza di superare lo shortage energetico, implementare le tecnologie più efficienti risulta fondamentale e le fuel cells sono certamente innovative, ancor più perché l’assenza di combustione permette di ridurre le emissioni inquinanti.”

Massimo Milani, managing director della Business unit engineering di Cefla, tra i principali attori di questa partnership, continua: “Siamo lieti di poter annunciare questo importante accordo proprio durante Key Energy, un’occasione che favorisce e accelera il confronto sul settore energetico e sulle rinnovabili. Bloom Energy è il partner che abbiamo scelto per accompagnare e supportare la transizione energetica, un partner in grado di rispondere subito alle nuove esigenze di mercato e con il quale affrontare insieme i futuri obiettivi energetici e ambientali”.

Cefla

Fondata 90 anni fa – nel 1932, ad Imola (Italia), negli anni ha realizzato gli impianti tecnologici di alcune delle più importanti realizzazioni italiane, tra cui il Teatro alla Scala e svariate torri direzionali a Milano o il Museo degli Uffizi di Firenze, oltre a curare la gestione delle infrastrutture, delle linee produttive e degli impianti energetici di grandi clienti del panorama industriale italiano – con la propria Business Unit Engineering. Oggi Cefla è un’industria multibusiness composta da 4 Business Unit e vasti stabilimenti produttivi in tutto il mondo. Ciascun business è caratterizzato dalla propria storia, fatta di successi e di prodotti, di processi e innovazioni, ma con un progetto di miglioramento comune in cui relazioni e talenti si sostengono reciprocamente per raggiungere l’eccellenza e la soddisfazione di tutti i propri clienti e stakeholder. L’anima della Business Unit Engineering, grazie alla lunga esperienza e competenza nella realizzazione e gestione di impianti tecnologici nel settore civile e industriale e nella produzione energetica ad alta efficienza e sostenibilità, è volta a migliorare il benessere e il comfort dei luoghi in cui le persone vivono, lavorano e condividono momenti di svago. Technology to Enhance Your Wellbeing. Per maggiori informazioni visitare www.ceflaengineering.comwww.cefla.com

Bloom Energy

Bloom Energy consente alle aziende e alle comunità di farsi responsabilmente carico della propria energia. La sua innovativa piattaforma a ossido solido per la generazione distribuita di elettricità e idrogeno sta cambiando il futuro dell’energia. Le aziende di Fortune 100 di tutto il mondo scelgono Bloom Energy come partner di fiducia per fornire energia a basse emissioni di carbonio oggi e un futuro a zero emissioni. Per ulteriori informazioni sulla piattaforma di decarbonizzazione di Bloom Energy e sull’impegno dell’azienda per un futuro a zero emissioni, visitare: https://www.bloomenergy.com/technology/powering-the-future/. Per maggiori informazioni visitare www.bloomenergy.com.

In allegato e di seguito il comunicato stampa e delle foto che ritraggono Massimo Milani (dx), Managing Director Business Unit Engineering di Cefla, e Tim Schweikert (sx), Senior Managing Director of International Business Development di Bloom.