Imola. Da tempo la polizia lo teneva sotto controllo ritenendolo uno dei maggiori fornitori di cocaina sulla “piazza” imolese. Così, venerdì 11 novembre, nel pomeriggio una volante ha fermato l’auto di un 34enne di origini albanese che stava parcheggiando nei pressi di un supermercato. I suoi vestiti e il veicolo sono stati passati al setaccio, ma non è stato trovato niente di particolare.

A tal punto, gli agenti del commissariato hanno deciso di fare una perquisizione pure nell’abitazione del 34enne dove, in un borsello, sono state trovate varie bustine di cocaina per un peso complessivo di circa 58 grammi. Nelle stanze adiacenti, c’erano una macchina sigillatrice di bustine, rotoli per confezionarle e una bilancina di precisione. Inoltre, su un piatto, c’erano altri 0,5 grammi di cocaina e, accanto, uno spinello. In totale, secondo la polizia dalla cocaina trovata si potevano vendere sul “mercato” oltre duecento dosi per un valore di 7-8mila euro. Tutto il materiale è stato sequestrato.

L’uomo, già conosciuto dalle forze dell’ordine per una serie di reati contro il patrimonio e non solo, è stato arrestato per detenzione a scopo di spaccio di sostanze stupefacenti e gli sono stati comminati gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico in attesa del processo che si terrà il 25 gennaio 2023.