Faenza. E’ attualmente in fase di programmazione “Aggiudicato!”, l’asta di opere organizzata da Ente Ceramica Faenza per sostenere, attraverso il ricavato, le attività di promozione e valorizzazione della ceramica faentina organizzate dall’Ente stesso.

Il Museo della Ceramica di Faenza

Si tratta di un evento ormai storico: la prima edizione risale infatti al 2013, quando venne ideato e promosso assieme alla Riunione Cattolica Torricelli, che anche quest’anno è partner del progetto. L’ultima edizione si era svolta nel 2018, poi, a causa della pandemia, l’evento era stato annullato, ma quest’anno finalmente ritorna nel calendario degli appuntamenti culturali e ceramici della città.

L’asta si presenta con una veste rinnovata, in quanto verrà ospitata per la prima volta dalla cornice del Ridotto del teatro Masini: saranno oltre 40 le opere in ceramica, donate dai ceramisti faentini da battere nel corso dell’asta.

Tra queste anche una selezione di pezzi realizzati dai tornianti, italiani e stranieri, che hanno preso parte alla 35esima edizione del Mondial Tornianti in occasione della scorsa edizione di Argillà Italia. Pezzi realizzati al campionato Esteta davvero unici, poi cotti, decorati e smaltati dai maestri faentini appositamente per l’Asta.

Nel frattempo è stato realizzato il catalogo digitale (disponibile sui social e sul sito di Ente Ceramica Faenza) dove sarà possibile vedere in anteprima le opere che saranno messe all’asta di domenica 20 novembre a partire dalle 18 al Ridotto del teatro Masini; battitore d’eccezione Matteo Zauli, grande conoscitore della ceramica faentina e da sempre sostenitore, anche attraverso l’attività del Museo Carlo Zauli, dell’attività di Ente Ceramica Faenza.

Infine, a partire dalle 17.30 le opere saranno visibili al Ridotto del teatro Masini sorseggiando un aperitivo offerto da Lions Club Faenza Lioness che con questo evento si dimostra aperto a iniziare il percorso di una eventuale collaborazione con Ente Ceramica Faenza.

(Annalaura Matatia)