Imola. Nella mattinata del 18 novembre le organizzazioni sindacali Fp Cgil – Cisl Fp – Uil Fpl e la Rsu aziendale hanno svolto un incontro con la direzione di Montecatone sul rinnovo del contratto decentrato.
“Abbiamo richiesto di procedere con l’adeguamento economico del personale parificato al recente rinnovo del CCNL della sanità pubblica. Nel corso dell’incontro la Direzione si è assunta impegno di dare corso al riconoscimento degli arretrati e alla conseguente equiparazione stipendiale, che sarà affrontata nel CdA di Montecatone lunedì 21 novembre – scrivono i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil e la Rsu -. Cogliamo favorevolmente questo impegno che risponde a una istanza che come sindacati portiamo avanti da sempre e alle aspettative dei lavoratori di Montecatone. Allo stesso tempo, condividiamo la preoccupazione in merito alla sostenibilità nel tempo di questo percorso di parificazione con il pubblico, in assenza di altrettante garanzie sul piano economico per l’Istituto, che deve passare da scelte politiche chiare e inequivocabili. L’Istituto di Montecatone eroga infatti un servizio pubblico altamente specialistico e insostituibile pertanto deve avere le stesse garanzie economiche da parte della Regione che sono state assicurate alle aziende pubbliche”.


“Dopo l’incontro sindacale, abbiamo colto l’occasione della presenza odierna presso l’Istituto dell’assessore regionale Raffaele Donini – concludono i sindacati -, che a sua volta ha accolto la nostra richiesta di un breve incontro con lui nel quale gli abbiamo rappresentato questa preoccupazione e abbiamo chiesto precise garanzie affinché il suo assessorato si faccia carico di un impegno concreto in questo senso. L’assessore Donini si è impegnato a non lasciare solo l’Istituto di Montecatone anche in riferimento al percorso di avvicinamento alla natura pubblica dell’Istituto”.