Imola. Il 22 novembre alcune classi dell’IC 5 hanno preso parte all’evento organizzato dal Comitato provinciale di Unicef Bologna insieme al Comando Provinciale dei Carabinieri di Bologna, in occasione dei 33 anni dall’approvazione da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. L’iniziativa, che ha visto l’esibizione degli Istituti Comprensivi di Bologna e di Imola che hanno aderito al progetto Miur- Unicef “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti” si è svolta a Bologna, presso il Comando Legione Carabinieri Emilia-Romagna.

Da Imola ha preso parte l’IC 5, con le classi della scuola secondaria di primo grado ‘Sante Zennaro’ 3 A e 2 D al completo e una rappresentanza delle classi 3 B, 3 D e 2 C, accompagnate dai docenti di riferimento, insieme alla dirigente dell’IC5, Adele D’Angelo. Dopo i saluti delle autorità e la consegna degli attestati del suddetto progetto Miur-Unicef, nel corso dell’evento, che è stato presieduto dal Maggiore Andrea Oxilia, Comandante della Compagnia Carabinieri di Imola, le scuole hanno dato vita a rappresentazioni sceniche attraverso differenti forme artistiche: canto corale, linguaggi alternativi, recitazione di favole e poesie.

“Siamo onorati che alcune classi di una scuola imolese, nello specifico dell’IC 5, abbiano preso parte all’evento metropolitano promosso da Unicef Bologna e dall’Arma dei Carabinieri per celebrare la Giornata mondiale dell’infanzia e la Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti. La nostra città conferma tutta la sua attenzione e sensibilità verso i diritti dei bambini e verso le famiglie, senza dimenticare mai il fatto che in tanti contesti e in tante parti del mondo, anche non lontano da noi, questi diritti continuano ad essere violati e calpestati. Questa giornata ci aiuta a non interrompere mai l’attenzione doverosa verso i bambini e il loro miglior inserimento nella società. Ringrazio l’Arma dei Carabinieri, che  insieme al lavoro prezioso che quotidianamente svolge per le nostre comunità locali ha voluto offrire la sua significativa collaborazione e ospitalità a questo evento che unisce ancora di più la scuola, il territorio e tutte le istituzioni”, ha commentato il vicesindaco e assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari, che ha preso parte all’evento, in rappresentanza del Comune.