Imola. La sala del consiglio comunale piena di fan, venute anche da fuori Imola, oltre che di autorità cittadine, ha accolto con entusiasmo e con calore la consegna da parte del sindaco Marco Panieri del ‘Grifo Città di Imola’ a Cesare Cremonini, il 10 dicembre pomeriggio, condividendo anche l’emozione dei protagonisti. “Sono onorato e anche emozionato nel ricevere questo riconoscimento, ma il sindaco è più emozionato di me” ha scherzato Cesare Cremonini, quando il sindaco confessa la sua emozione per questa cerimonia. “Non è un caso che questo sia il primo Grifo che conferisco da quando sono sindaco e che lo assegniamo proprio a te” ha aggiunto Panieri. Proprio in concomitanza con l’uscita nelle sale italiane del film concerto “Cremonini Imola 2022 Live”, il sindaco di Imola, Marco Panieri, ha infatti voluto conferire il “Grifo Città di Imola”, la massima onorificenza cittadina, al cantante bolognese Cesare Cremonini. Il film, che è nelle sale dal 10 al 12 dicembre, porta sul grande schermo il concerto evento tenutosi all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” lo scorso 2 luglio, che ha radunato oltre 75 mila persone.

Il sindaco Marco Panieri consegna il Grifo a Cesare Cremonini

Il sindaco Panieri: “Grazie per questo legame” – “Prima di tutto grazie a te, Cesare, al tuo pubblico, ai i tuoi fan, anche alla città intera per questo legame particolare e profondo; grazie a chi è qui oggi. Grazie per questo legame con il concerto e grazie per il film, che è il secondo legame dopo il concerto: un legame fortissimo e indelebile. Anche questo un elemento che ci ha portato a consegnarti questo riconoscimento, proprio alla vigilia dei 70 anni dell’autodromo, nel 2023 – ha detto il sindaco . Hai voluto porgere un’attenzione alla nostra città che ci onora e ci rende felici, per questo abbiamo voluto assegnarti la massima onorificenza cittadina, per celebrare il legame forte tra la tua figura, il tuo pubblico e la nostra città”.

“La motivazione che troverai alla base del Grifo riporta queste parole: “A Cesare Cremonini, grazie di cuore. La magia della musica in Autodromo. La Città di Imola”. Con l’augurio che tu possa sempre trovare un approdo per la tua musica in questa città e nel nostro autodromo, che puoi considerare anche casa tua” ha proseguito il sindaco Panieri, che ha accolto il cantante bolognese prima nel suo ufficio poi nelle sale della residenza settecentesca del Comune, fino all’ingresso nella sala del consiglio comunale. “Prima della cerimonia abbiamo avuto modo di chiacchierare a tutto campo e Cremonini si è dimostrato molto interessato ad Imola ed alla sua storia. Questa visita per il conferimento del Grifo è stata anche l’occasione per parlare con lui più complessivamente della città e del suo futuro” ha concluso il primo cittadino.

Cremonini: “Sono grato di questo premio” – “Sono grato di questo premio perché sono innamorato folle della mia terra. Quando canto di piccole città nascoste nella nebbia parlo proprio di questo, di questo collage che è la via Emilia con tutte le città che, seppur distanti, non hanno distanza nelle idee, nei sentimenti che vi si trovano. Questo è per me l’Emilia-Romagna, un insieme di sentimenti comuni che si trovano rappresentati da tutti: accoglienza, inclusività, spontaneità, sapore delle tradizioni. Queste sono le basi della mia carriera. Quindi grazie di cuore per un premio così importante” ha dichiarato Cesare Cremonini, che subito dopo il conferimento del Grifo Città di Imola si è “tuffato” nell’abbraccio dei suoi fan presenti in sala.

Riavvolgendo il nastro del concerto di Imola, del 2 luglio scorso, da cui è stato tratto il film concerto “Cremonini Imola 2022 Live”, il cantante bolognese ha aggiunto: “quando ho scelto di venire a Imola ho seguito i miei sogni, i miei desideri, come faccio nella mia carriera. Non è facile confrontarsi con una location di caratura mondiale come l’autodromo. Le immagini che ho visto nel film del concerto hanno un grande protagonista: il pubblico”.

E quando gli si chiede se tornerà in concerto in autodromo a Imola, Cesare Cremonini non ha dubbi: “Tornerò sicuramente, non so ancora in che anno, ma è iniziato un legame, un percorso con Imola e con l’autodromo che durerà negli anni”. Ed a siglarlo, insieme al Grifo Città di Imola, c’è proprio il calore dell’abbraccio con i suoi fan.