Imola. La Consulta dei Ragazzi e delle Ragazze delle scuole è stata protagonista della solidarietà, in questo periodo natalizio. Domenica 11 dicembre, infatti, i ragazzi e le ragazze che ne fanno parte hanno organizzato un banchetto all’interno del mercatino di Natale allestito nella Galleria del Centro cittadino. La vendita degli oggetti che loro stessi hanno appositamente ideato e realizzato ha consentito di raccogliere una considerevole somma: oltre 500 euro, da destinare alle iniziative di solidarietà già avviate dalla Consulta, in questo caso il sostegno a progetti di scolarizzazione a distanza con Avsi in Uganda. Un’ottima riuscita dell’iniziativa, grazie anche alla collaborazione di docenti e famiglie.

Al banchetto, domenica scorsa, ha fatto visita anche il vicesindaco ed assessore alla Scuola Fabrizio Castellari. “Ho visitato con piacere il banchetto allestito dai Ragazzi e Ragazze della Consulta, che rappresenta una delle iniziative che gli alunni/e, insieme agli insegnanti ed ai tutor, hanno scelto per sperimentare le loro proposte. E’ un progetto bello con il quale viene finanziata la possibilità di studiare per i bambini in Uganda. In una città come Imola, che ha nella solidarietà un suo tratto distintivo e costante, è davvero significativo che già in età scolare, i ragazzi e le ragazze della Consulta abbiano rivolto la loro attenzione ad un progetto di così grande valore, carico di umanità” ha commentato Castellari.

“Voglio pertanto ringraziare i ragazzi e le ragazze della Consulta per l’impegno profuso al fine della realizzazione del Mercatino di Natale, che ha riscosso un grande successo sia per la partecipazione che per i risultati ottenuti. Il mio ringraziamento è esteso anche ai tutor della Consulta ed agli insegnanti che durante tutto l’anno accompagnano il prezioso lavoro della Consulta, che rappresenta un progetto molto prezioso per sperimentare la bellezza del civismo, del fare assieme, della cura e attenzione verso la città e della condivisione di progetti comuni”, ha concluso il vicesindaco ed assessore alla Scuola.