Neolith sceglie Sacmi per portare a termine l’attuale fase di espansione industriale, raddoppiando la propria capacità produttiva e rispondendo in questo modo alla crescente richiesta che sta avendo in tutto il mondo, offrendo al contempo una produzione sostenibile realizzata con la migliore tecnologia.

Uno dei pilastri chiave di Neolith, leader mondiale nel settore della pietra sinterizzata, è la promozione della trasformazione tecnologica ed estetica nel mondo delle superfici, offrendo le soluzioni architettoniche più innovative. Per questo ha acquistato da Sacmi, il più grande fornitore mondiale di tecnologia ceramica, il nuovo forno Fma «Maestro», completando così l’espansione industriale annunciata un anno fa e raddoppiando la capacità produttiva del grande formato di maggior successo (1.600×3, 200 mm), venduto in più di 100 paesi nel mondo.

Già partner di Sacmi nel reparto “Preparazione Impasto” – macinazione modulare e atomizzazione – l’azienda di Castellón de la Plana, in un’ottica di crescita sostenibile con prodotti all’avanguardia, ha scelto il nuovo forno Sacmi, valutandolo “il miglior stato dell’arte del mercato”, soprattutto per la corretta gestione dei prodotti ad alto valore aggiunto. Tutto questo, grazie a controlli superiori che consentono una gestione precisa di tutte le fasi (in particolare la fase critica di raffreddamento).

Per José Luis Ramón, Ceo del Gruppo Neolith è fondamentale “avere la migliore tecnologia disponibile, perché questo ci assicura di poter soddisfare al meglio le esigenze di migliaia e migliaia di persone ogni giorno, sia architetti e designer, che consumatori finali. Pertanto, scommettere su tecnologie all’avanguardia, che ci permettono di curare anche gli aspetti energetici, di sostenibilità e solidità aziendale, è per noi una priorità indiscutibile”. Aggiunge poi che “siamo molto orgogliosi di poter dire di aver scelto il forno Sacmi, perché offre l’opzione più adatta alle nostre attuali esigenze”.

Da parte sua Mirco Berengari, regional manager per l’Europa di Sacmi e presidente di Sacmi Iberica commenta: “Per Sacmi è un privilegio poter collaborare con Neolith con la tecnologia più all’avanguardia per la cottura, così come abbiamo fatto con l’impianto di atomizzazione, per il quale abbiamo fornito, tra le altre cose, atomizzatori e mulini”. E aggiunge: “Essere parte del successo e dell’espansione della produzione di un’azienda come Neolith, soprattutto in questo momento, grazie ai progressi tecnologici che forniamo, è qualcosa che ci spinge a migliorare ogni giorno”.

Vantaggi del forno Sacmi-Fma «Maestro»

La soluzione fornita, un forno Fma 235 da 228,9 metri, incorpora i vantaggi generali della gamma di macchine termiche Sacmi Maestro. Aumento della prima scelta, riduzione dei consumi e incombusti distinguono la gamma «Maestro», che Sacmi ha equipaggiato con la nuova generazione di bruciatori ad alto rendimento.

Una soluzione pensata in modo particolare per la gestione efficiente della cottura delle lastre di grandi dimensioni e per garantire una gestione ottimale delle tensioni meccaniche, che tipicamente si generano alla fine della cottura.

Per distribuire uniformemente il calore su tutta la superficie e sezione della lastra di grandi dimensioni e a garanzia di perfetta planarità, Maestro prevede lo sdoppiamento del raffreddamento (rapid-slow cooling), i bruciatori posizionati sotto al piano rulli e i soffiatori ceramici dedicati per il centro e le pareti. I controlli dedicati (es. valvole automatiche e soffiaggi) permettono inoltre di impostare i valori a ricetta, ottenendo massima flessibilità e replicabilità e una buona reattività al cambio delle condizioni operative.

Quella scelta da Neolith è poi la soluzione aria-gas modulato. Con Fma, è possibile regolare il rapporto aria-gas tra zona e zona in modo indipendente. Il controllo di temperatura viene eseguito variando simultaneamente la portata di aria e gas ed il loro rapporto è regolato meccanicamente. Questo significa che per ogni gruppo di bruciatori il rapporto di combustione aria-gas rimane costante non solo al variare della temperatura impostata, ma anche al variare delle condizioni di carico, con chiari vantaggi in termini di versatilità ed efficienza.