Castel San Pietro (Bo). Con la chiusura della strada per l’avvio da martedì 17 gennaio del cantiere nella parte alta di via Cavour, si dovranno spostare temporaneamente 16 bancarelle del mercato che normalmente sono collocate in quell’area. In particolare si tratta delle 12 bancarelle della parte alta di via Cavour più altre 4 dell’adiacente piazza Garibaldi, che dovranno liberare lo spazio per consentire il passaggio in sicurezza dei mezzi del cantiere.

Come concordato nel corso di una riunione con la cabina di regia composta dalle associazioni di categoria, a partire da lunedì prossimo 23 gennaio la maggior parte degli stand si trasferirà in piazza XX Settembre, tranne alcuni che hanno preferito scegliere fra i posti liberi disponibili in altre parti del mercato.

Il cantiere nella parte alta di via Cavour, compresa fra via San Pietro e piazza Garibaldi, è la terza e ultima parte del progetto di riqualificazione del principale asse viario del centro storico di Castello. Nella primavera 2022 si era lavorato nella parte alta di via Matteotti e nell’autunno scorso nella parte bassa di via Cavour.  Come nei due precedenti stralci dell’opera, il primo e più consistente intervento sarà il rifacimento da parte di Hera delle sottostanti reti di acqua e gas e degli allacci alle utenze, della raccolta delle acque meteoriche stradali e delle acque meteoriche dei pluviali dei fabbricati. Al termine si procederà al rifacimento della pavimentazione in porfido su tutta la via Cavour, intervento che sarà a cura del Comune e finanziato con fondi regionali.

Con il procedere dei lavori, quando a un certo punto si inizierà a lavorare per il rifacimento dei sottoservizi nell’incrocio della via Cavour con la via San Pietro, si dovranno spostare anche le 7 bancarelle della parte bassa di via Cavour.

Per tutta la durata dei lavori sarà sempre possibile per i pedoni accedere ai negozi e ai pubblici esercizi di tutta la via Cavour.

L’obiettivo, salvo imprevisti e condizioni meteo sfavorevoli, è concludere i lavori entro la fine della primavera.