Imola. “La nuova scuola di Sesto Imolese si farà”. A confermarlo è stato il sindaco Marco Panieri, nel corso del suo intervento, giovedì 12 gennaio, al consiglio comunale svoltosi nel Centro civico di Sesto Imolese.

“La costruzione della scuola di Sesto Imolese è una priorità per la nostra Amministrazione. Proprio per questo, l’Amministrazione ha voluto provare a candidare il progetto ai bandi del PNRR. Fino ad oggi è rimasto escluso in prima istanza (ammesso, ma non finanziato per esaurimento di fondi), in quanto in tale momento la priorità sui fondi europei su questo tema e su altri è data ai Comuni del Mezzogiorno. Così, in alternativa, abbiamo pensato di finanziare la nuova scuola di Sesto Imolese con un mutuo e ricercare altre risorse per cofinanziare il progetto, così da realizzarlo – ha spiegato Panieri -. Poi, recentemente il ministero dell’Istruzione, dopo una serie di scambi di comunicazioni e incontri, ci ha informato di una misura aggiuntiva di 66 milioni di euro dedicata all’Emilia-Romagna. Di quei fondi, 14 milioni sono dedicati alla Città Metropolitana di Bologna e chiederemo di rientrare in quella graduatoria, visto che il nostro progetto è il primo dei non finanziati. Si possono ottenere circa 2 milioni di euro da questa misura e il resto, circa 3 milioni di euro, lo finanzieremo con un mutuo”.

Per quanto riguarda le tempistiche, il primo cittadino ha fatto sapere che “entro quest’anno verrà affidata la progettazione e se tutto va bene procederemo come da cronoprogramma ad assegnare anche i lavori, che saranno avviati nel 2024 e completati in due anni dall’avvio. La futura scuola di Sesto Imolese sorgerà in una posizione diversa, più vicina al campo sportivo, rispetto all’edificio attuale. Verrà costruito prima il nuovo plesso, poi sarà demolito quello vecchio dove sono attualmente collocate le classi, evitando cosi lo spostamento temporaneo degli alunni durante i lavori”.

Proprio rispetto alla posizione in cui sorgerà la nuova scuola, il sindaco ha precisato: “Lo scorso anno il Comune ha portato a termine l’acquisizione di tre lotti di terreno privati, per una superficie catastale complessiva di quasi 2.500 metri quadrati, necessari alla costruzione della nuova scuola. L’investimento complessivo a carico del Comune è stato di circa 200mila euro, compresi gli oneri di stipulazione degli atti notarili. Era un passaggio necessario per l’ottenimento dei fondi PNRR e dimostra concretamente la volontà sincera da parte dell’Amministrazione di arrivare al risultato finale di costruire la nuova scuola”.