Domenica 22 gennaio si è svolta a Castel San Pietro la prima prova dei campionati di società di corsa campestre, in un percorso duro e reso difficile dalle condizioni atmosferiche.

Ecco come si sono piazzatii portacolori dell’Atletica Imola. Nelle prove master, medaglia d’oro per Nadiya Chubak nella prova SF45, mentre Daniele Dottori ha terminato la prova SM60 sul secondo gradino del podio. Ferdinando Dipaola ha concluso al sesto posto tra gli SM40, mentre Matteo Biagi è ritornato alle gare con un 21° posto tra gli SM35. Inoltre, Denis Lippi ha concluso 22° tra gli SM50, Marco Leonardi 26° tra gli SM55 e Veronica Rubini 12^ tra le SF35.

Ottimo risultato è stato il terzo posto nella classifica per società per la formazione juniores donne. Grazie al quinto posto di Sara Morini, in costante crescita lungo tutto l’inverno, a Serena Plazzi (19^), Chiara Galegati (21^) e Giulia Conti (22^) la squadra ha totalizzato 558 punti, con un distacco di 15 punti dalla Corradini Rubiera (seconda) e a 36 dalla capolista Fratellanza.

Nella prova promesse/senior di 8km ottimo risultato per Riccardo Dall’Osso, che con una prova in progressione termina al 33° posto e primo tra gli atleti imolesi, battendo diversi avversari di riferimento nella stagione in pista. Seguono Riccardo Gaddoni (44°), Gianluca Scardovi (50°), Luca Cavina (59°, penalizzato da una caduta) e Fabio Bartolini (95°). Non termina purtroppo la gara Nicola Baldisserri, a causa di una distorsione ad una caviglia. La formazione assoluta, segnata dalle assenze di Ricciardi e Malpighi, ha ottenuto la decima posizione nella classifica per società. Samuele Grillini ha invece concluso al 22° posto la prova juniores.

Nella gara riservata alle allieve la prima lughese è stata Viola Di Renzo (13^), seguita da Giada Martelli (17^) e da Lina Monteruccioli (32^). Nella classifica relativa ai C.d.S. la squadra ha ottenuto il sesto posto, con 541 punti. Nella prova assoluta femminile, invece, buon 23° posto per Giorgia Bacchilega.

Gaddoni e Baldisserri in gara nel cross a Castel San Pietro

Per quanto riguarda le prove giovanili, la formazione ragazzi ha ottenuto il quarto posto. Ottima prova per Manuel Malavolti (8°), seguito da Lorenzo Leonardi (21° e quinto tra gli atleti al primo anno di categoria), Diego Polpettini (26° e settimo tra i 2001), Filippo Ken Ehirim (51°), e Alessandro Galdi (62°). Anche se non hanno portato punti, prestazione importante nell’ottica della classifica per squadre per Matteo Marabini (74°), Elia Knudsen (81°), Ettore Montroni (84°), Alessandro Mele (90°), Giacomo Martelli (91°) ed Elia Righini (108°). Al femminile, la migliore imolese è stata Margherita Castagnari al 13° posto, seguita dalla marciatrice prestata al cross Francesca Morgano (58^), Elena Sembianti (100^), Sophie Farina (103^), Agata Ragazzini (116^), Emma Venturoli (117^), e Linda Garelli (126^), per il 13° posto nella classifica per società.

Altro quarto posto nella classifica di società per la formazione cadette. La migliore imolese è stata Letizia Mengozzi al decimo posto, seguita da Rebecca Musto (22^), Greta Bassi (29^), Lara Leonardi (44^) e Greta Galeati (65^). Inoltre, da sottolineare la prova di Emma Castagnari, che ha concluso al 60° posto nonostante le fosse stata sfilata una scarpa durante la partenza e si sia rifiutata di ritirarsi pur di portare punti per la classifica a squadre. I coetanei non si sono purtroppo classificati nella graduatoria per società. Va data una menzione speciale al saltatore in alto Filippo Venieri, l’unico a terminare la prova (110°) a causa di diverse rinunce dell’ultimo minuto da parte dei compagni nel cross più duro e con le condizioni metereologiche più difficili degli ultimi anni.

Nelle prove master, medaglia d’oro per Nadiya Chubak nella prova SF45, mentre Daniele Dottori ha terminato la prova SM60 sul secondo gradino del podio. Ferdinando Dipaola ha concluso al sesto posto tra gli SM40, mentre Matteo Biagi è ritornato alle gare con un 21° posto tra gli SM35. Inoltre, Denis Lippi ha concluso 22° tra gli SM50, Marco Leonardi 26° tra gli SM55 e Veronica Rubini 12^ tra le SF35.