Bologna. “La Regione esprima la sua opinione sulla prospettata Ausl unica della Città Metropolitana di Bologna che rischia di annullare l’autonomia dell’Ausl imolese”. Lo chiede il consigliere regionale e comunale a Imola della Lega, Daniele Marchetti, che accusa il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, di essere in pieno “delirio di accentramento” mentre il primo cittadino di Imola, Marco Panieri, su questo delicato tema “tentenna parlando di un confronto necessario ma fingendo, a nostro avviso, di voler difendere l’autonomia dell’Ausl imolese”.

Il consigliere regionale e comunale della Lega Daniele Marchetti

Marchetti, infatti, ricorda che durante il consiglio comunale del 12 gennaio il sindaco Panieri “fraintendendo alcune mie dichiarazioni su efficientamenti amministrativi e tecnici a livello regionale per ottenere risparmi utili da investire nel comparto, dichiarò che con una sola governance può darsi che si possano ottenere dei risparmi. Si può fare un percorso insieme, aveva aggiunto, e se alla fine basterà un direttore generale unico metropolitano, l’importante è che ci sia una governance per raggiungere questo obiettivo” le parole del primo cittadino imolese. Secondo Marchetti il rischio è che ci troviamo di fronte “all’ennesimo teatrino per indorare la pillola. Una cosa è certa, la Lega non abbasserà la guardia e non accetterà alcun depotenziamento della autonomia dell’Ausl imolese. Avevamo ragione, il pericolo non era ancora scongiurato e questa ne è la dimostrazione”.