Bagnacavallo (Ra). Si è spento domenica 26 marzo all’età di 77 anni, dopo una lunga malattia, Ivano Maresacotti. Attore, regista teatrale e drammaturgo italiano, era nato a Villanova (comune di Bagnacavallo, nella Bassa Romagna). Artista importante, forse sottovalutato, mirabile cantastorie della sua terra, la Romagna. Uomo colto, persona impegnata e convinto antifascista, spesso per istinto dalla parte giusta, a difendere i diritti degli ultimi.

Aveva 77 anni, e da qualche tempo, forse anche per via della malattia, si era ritirato dalle scene per insegnare in teatro il suo mestiere, per lasciare ai giovani una traccia, un’eredità.

Lo vogliamo ricordare con questa mirabile monologo sulla Romagna, che in tempo di particolarismi e separatismi non sarebbe male tenere come punto di riferimento sociale e culturale.

“Un grande artista, interprete dei valori della propria terra ma capace anche di parlare il linguaggio universale dell’arte. Un attore poliedrico, un artista completo, un autore, che ha saputo trasmettere l’amore per la cultura e per il teatro. Alla sua famiglia, ai suoi cari, giungano le più sentite condoglianze mie personali e della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna”, ha affermato Sttefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna.

Anche Imola piange Ivano Marescotti, attore e regista teatrale romagnolo, molto legato alla nostra città, con la quale ha collaborato molte volte.

“ Il teatro comunale Ebe Stignani è dotato di una splendida sala minore, denominata ‘Ridotto’, posta al secondo piano. Si potrebbe pensare di dedicare questa sala a Marescotti: sarebbe un gesto di riconoscenza importante ed apprezzato dalla cittadinanza”, la proposta avanzata da Riccardo Sangiorgi, segretario Lega Imola.