Imola. Nella notte tra il 5 e il 6 aprile è venuto a mancare Piero Rattalino. Il Maestro si trovava ad Imola con la moglie, la pianista Ilya Kim, in quanto nel pomeriggio di mercoledi 5 aprile ha tenuto un seminario nelle aule della Rocca Sforzesca per la Fondazione Accademia Incontri con il Maestro, istituzione dove ha insegnato fin dalla fondazione negli anni ‘90 dello scorso secolo. Il Maestro Piero Rattalino, nato in Piemonte a Fossano il 18 marzo del 1931, risiedeva da anni a Roma. Studioso, divulgatore, provocatore, mente lucidissima in un fisico da anni sofferente, ha continuato fino alla fine ad essere presente sui palcoscenici d’Italia per seminari e lezioniconcerto, assieme a Ilya Kim.

La sua ricerca negli ultimi anni era rivolta, con molto vigore, allo studio del pubblico e alla sua personale teoria di come fare ad affascinarlo ed avvincerlo nei concerti dello spettacolo
dal vivo. Gli esiti della ricerca erano consequenzialmente didattici e rivolti agli allievi e all’arte dell’interpretazione musicale.

Caro Maestro Piero Rattalino, sei andato via proprio qui, ad Imola, nell’istituzione a te così cara, dove hai curato la crescita di molti pianisti, dove hai animato accesi dibattiti con i nostri Maestri, dove hai incantato il pubblico con le tue straordinarie doti oratorie grazie alla tuairrefrenabile passione per la musica e per l’interpretazione. Grazie di ciò che ci hai donato”, così lo ricordano Franco Scala fondatore e Angela Maria Gidaro sovrintendente.

Il Maestro Franco Scala, il Presidente Corrado Passera, il Sovrintendente Angela Maria Gidaro, unitamente ai Consiglieri, ai Maestri, agli allievi e alla Fondazione tutta, si uniscono
al cordoglio per la tua scomparsa.