Imola. I carabinieri hanno arrestato un 24enne, originario della Romania, apprendista metalmeccanico, incensurato, accusato di rapina a mano armata e porto di oggetti atti ad offendere.
È successo il 28 aprile verso le 16:30 circa quando i Carabinieri della Centrale Operativa di Imola hanno ricevuto una segnalazione sull’utenza “112” da parte di un avventore della sala slot “Terrybell” di via Pisacane 69, il quale riferiva che pochi minuti prima si era consumata una rapina all’interno del centro scommesse, perpetrata da un uomo travisato e armato di una pistola, il quale, minacciando una dipendente del locale, si era fatto consegnare l’incasso della giornata.
I militari, prontamente intervenuti sul posto, hanno ascoltato nell’immediatezza la commessa e un secondo testimone. Entrambi descrivevano il rapinatore come un uomo alto 1,75 metri circa, corporatura magra e abbigliamento scuro, la testa coperta dal cappuccio della felpa e il viso da una mascherina chirurgica, il quale impugnava con la mano sinistra una pistola. Nella circostanza, la commessa, ha raccontato ai militari che un uomo, non italiano, una volta attirata la sua attenzione, aveva aperto il cancelletto che porta al bancone dove si trovava lei e, andandole incontro, aveva estratto dallo zainetto una pistola impugnata con la mano sinistra e, puntandogliela addosso le ha detto: “…dammi tutto quello che hai nel cassetto…”. Successivamente la donna, in preda al panico e per il forte stress, è stata trasportata al pronto soccorso dal personale medico del 118 per accertamenti.
Grazie alle dettagliate testimonianze e alla visione delle immagini di video sorveglianza presenti all’interno della sala scommesse, l’uomo è stato rintracciato dai militari poco dopo, ancora vestito con lo stesso abbigliamento, in sella ad una bicicletta.
L’uomo veniva prontamente bloccato e perquisito. All’interno dello zaino aveva occultato l’intera refurtiva pari a euro 4745, la pistola tipo revolver, poi rivelatasi una scacciacani priva del tappo rosso e un coltello da cucina complessivamente lungo 22 cm con una lama lunga 11 cm.
Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna il 24enne è stato portato nella casa circondariale di Bologna.