Imola. I carabinieri hanno denunciato un 14enne italiano alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna per porto di armi od oggetti atti ad offendere. La denuncia è scaturita durante un controllo del territorio che i militari dell’Arma stavano facendo nella notte dell’11 settembre 2023, in una zona industriale vicina alla stazione Ferroviaria. Alle 2.35 circa, l’attenzione dei carabinieri è stata richiamata dalla presenza di un paio di giovani in sella a uno scooter che stavano viaggiando a velocità sostenuta e a fari spenti.

Preoccupati per l’incolumità dei due ragazzi che si potevano fare male, i Carabinieri, dopo avergli intimato di rallentare e fermarsi, li hanno controllati, identificandoli in due minorenni italiani, studenti e incensurati, un 15enne alla guida del ciclomotore e un 14enne seduto sul sedile del passeggero. Di fronte alla dinamica dei fatti e all’età dei due ragazzi che si aggiravano di notte per le strade di Imola, i Carabinieri si sono insospettiti e hanno deciso di approfondire il controllo che è terminato col ritrovamento di un coltello a serramanico che il 14enne deteneva nel marsupio senza un motivo giustificato. I carabinieri hanno sequestrato l’arma e accompagnato i due minorenni in caserma, in attesa di riaffidarli ai rispettivi genitori che sono stati informati e invitati a presentarsi nella caserma di via Cosimo Morelli. Il 15enne, alla guida dello scooter, non è stato denunciato.