Imola. Tradizionale appuntamento di fine anno con il Galà Lirico organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. L’appuntamento è per venerdì 29 dicembre, ore 21, al teatro comunale di Imola con “Le più celebre arie d’opera e i valzer di Strauss per celebrare il Natale e salutare l’anno che verrà”.

Sul palco l’Orchestra Filarmonica Italiana, Serena Farnocchia (soprano), Daniela Pini (mezzosoprano), Antonio Mandrillo (tenore), Simone Alberghini (baritono), direttore Aldo Sisillo.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria al numero 0542.26606, oppure tramite l’app della fondazione scaricabile online su tutti gli store.

Orchestra Filarmonica Italiana

OFI rappresenta un nuovo modo di intendere l’orchestra. Strutturata in una Cooperativa, che riunisce in un network oltre 200 elementi di alto profilo professionale, l’Orchestra esprime un organico duttile e dinamico, un unicum nel suo genere sulla scena italiana. Rodata da centinaia tra produzioni ed esibizioni nazionali e internazionali, l’OFI affronta il repertorio classico con passione e professionalità. Il suo organico modulare, può adattarsi tanto alle produzioni dei grandi Enti lirici italiani quanto dei Teatri di Tradizione.

L’Orchestra Filarmonica Italiana attesta oggi una significativa presenza nei maggiori enti lirici e teatri nazionali e per svariate manifestazioni musicali trasmesse dalla Rai, dalla Rete Vaticana ma anche in mondovisione. L’OFI conta esecuzioni di un vasto repertorio che spazia dai maggiori titoli verdiani (Aida, Falstaff, Il Trovatore) ai capolavori di Mozart (Le Nozze di Figaro, Il Flauto Magico), Rossini (La Gazza Ladra), Bizet (Carmen), fino al balletto (Don Quixote, Il Gattopardo, Cenerentola, Giulietta e Romeo). L’orchestra vanta inoltre collaborazioni con alcuni dei maggiori talenti vocali del mondo, tra cui Jessica Prat, Mariella Devia, Raina Kabaivanska, Ghena Dimitrova, Katia Ricciarelli, Josè Carreras, Josè Cura, Renato Bruson, Cecilia Gasdia e Tiziana Fabbricini ed una vasta esperienza sinfonica, sotto bacchette del calibro di Marcello Allemandi, Nello Santi, Marcello Viotti, Yuri Ahronovitch, Marko Letonja, E. Müller, M. Viotti, N. Santi, S. Ranzani, P. G. Morandi, D. Garforth, Y. Ahronovitch, C. Franci, G. Zanaboni, M. Rota, A. Vlad, M. Letonja, G. Veneri, G. Taverna, G. Arena, F. Pantillon, W. Proost. La qualità delle interpretazioni dell’OFI, unita alla duttilità dell’ensemble, le permettono di spaziare dal grande repertorio sinfonico e lirico del Settecento alle sonorità del nostro tempo.