La statuina per il Presepe 2023 è stata consegnata, venerdì 22 dicembre, al vescovo di Imola, Monsignor Giovanni Mosciatti, e all’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Maria Zuppi, da una rappresentanza di Confartigianato Imprese Bologna Metropolitana guidata da Alessandro Ginnasi, coordinatore dell’Area bolognese, e di Coldiretti, guidata da Albertino Zinani, condirettore di Coldiretti Bologna.

La statuina del presepe di Confartigianato donata al vescovo di Imola, mons. Mosciatti

La statuina del presepe di Confartigianato donata all’arcivescovo di Bologna, cardinale Zuppi

A 800 anni dal primo presepe voluto da San Francesco a Greccio, la statuina 2023 di Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, realizzata in cartapesta dal Maestro presepista Claudio Riso, rappresenta, attraverso un maestro imprenditore e il suo apprendista, il passaggio di competenze tra le generazioni. Obiettivo dell’iniziativa è quello di aggiungere al presepe figure che ci parlino del presente ma anche del futuro.

“La statuina di quest’anno evoca aspetti fondamentali e costitutivi del ‘saper fare’ artigiano – spiega Alessandro Ginnasi, coordinatore dell’Area Bologna Est di Confartigianato Bologna Metropolitana -. Apprendistato, formazione, competenze, passaggio generazionale nell’impresa familiare, attrattività per i giovani: l’opera del Maestro presepista Claudio Riso ci racconta di come i saperi antichi possono essere tramandati attraverso le generazioni. Il maestro artigiano, portatore di queste competenze, ha la responsabilità di orientare le scelte future delle nuove generazioni sulla strada dell’eccellenza italiana, del made in Italy, della valorizzazione del territorio e delle comunità. Il giovane, con i suoi sforzi e la sua concentrazione, richiama la voglia di apprendere e di preservare le tradizioni, innovandole”.

L’iniziativa, promossa da Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, con l’affiancamento della “Fondazione Fratelli tutti”, sotto l’egida del Manifesto di Assisi, rappresenta un contributo a diffondere la straordinaria attualità e forza della sacra narrazione del Presepe che trasmette speranza e serenità anche nei momenti difficili che stiamo attraversando.