Soprattutto nelle cucine professionali, l’impastatrice è un’alleata preziosa ma affinché mantenga sempre i suoi standard elevati è importante fornirle la giusta attenzione, con una corretta manutenzione.

Non si parla solo di pulizia ordinaria, ma è importante anche assicurarsi del buon funzionamento di ogni componente, così da riuscire a prolungarle la vita e mantenere sempre alto lo standard culinario del proprio lavoro.

Nell’articolo che segue forniremo quindi dei pratici consigli su come effettuare la manutenzione dell’impastatrice planetaria professionale, con qualche specifica in merito ai danni o alla possibilità di usare la lavastoviglie nella pulizia.

Manutenzione impastatrice planetaria: ecco cosa bisogna sapere

Come effettuare la pulizia dell’impastatrice planetaria professionale

Per garantire un corretto funzionamento dell’impastatrice professionale nel corso del tempo è, come prima cosa, importante procedere sempre con un’accurata pulizia dopo ogni utilizzo.

Questa infatti entra in contatto con diversi ingredienti, alcuni che possono risultare anche dannosi come ad esempio l’acidità di alcune sostanze che può corrodere a lungo andare, o alcuni tipi di grassi che se non puliti subito risultano poi difficili da rimuovere.

Trattandosi di strumenti delicati, prima di intraprendere qualsiasi operazione è però fondamentale consultare attentamente il manuale d’istruzioni per evitare danni accidentali.

Per pulire attentamente ogni pezzo, è bene smontare con cura gli elementi removibili dell’impastatrice, dopo aver staccato la spina, e successivamente procedere utilizzando acqua calda e detersivi neutri, indicati per i materiali e lo strumento.

Per la scelta del prodotto migliore da usare è bene consultare le informazioni del fornitore, in quanto spesso lui stesso fornisce quello più indicato o, quanto meno, offre le indicazioni giuste per il suo acquisto.

Per la pulizia delle parti esterne è consigliato l’uso di un panno umido e, infine, è bene asciugare con attenzione ogni singola parte prima di rimontare l’impastatrice, così da evitare che i residui di acqua possano fare danni all’accensione.

Manutenzione ordinaria: non solo pulizia

Abbiamo finora parlato di pulizia, ma quando si tratta l’argomento della manutenzione non bisogna limitarsi a questo. È importante, infatti, dedicate attenzione anche al controllo dell’integrità delle sue parti interne.

Due degli elementi più delicati, infatti, sono la catena di trasmissione e la cinghia, che hanno necessità di essere esaminate periodicamente. La lubrificazione di alcune sue parti, come il perno, la boccola e l’ingranaggio, è un altro passo rilevante da non dimenticare.

Lavastoviglie, danni e garanzia: gli ultimi dettagli

Una domanda che spesso ci si pone, quando ci si occupa di un’impastatrice planetaria, è se sia possibile usare la lavastoviglie per lavare i pezzi rimovibili.

La risposta solitamente si trova nelle specifiche del costruttore: non sempre si può utilizzare la lavastoviglie, infatti, ed è bene assicurarsi della cosa prima di procedere per evitare di danneggiare qualche elemento.

Per preservarne la garanzia, in caso di danni, è bene inoltre utilizzare l’impastatrice con moderazione e rispettare i limiti indicati dal manuale d’istruzioni. Si consiglia poi di non sovraccaricare la ciotola e di seguire attentamente le ricette, evitando di creare pastoni interni che potrebbero risultare difficili da rimuovere.

Per concludere, è sempre bene attenersi ai suggerimenti e alle indicazioni riportate nel manuale di istruzioni, preoccupandosi di seguire sempre una corretta manutenzione. Questo farà sì che la nostra impastatrice planetaria possa danneggiarsi difficilmente e che, le volte che accade, ci si possa avvalere della garanzia per la riparazione.