Imola. Il Comune ha costituito un “Tavolo di confronto” con lo scopo di elaborare un programma condiviso di iniziative da realizzare in occasione dell’80° anniversario della conclusione della Liberazione d’Italia, il 25 aprile 2025. L’obiettivo è di avviare un ciclo di celebrazioni ed approfondimenti sul periodo storico che inizia il 25 luglio 1943, si evolve l’8 settembre 1943 e termina il 25 aprile 1945 con la liberazione dell’Italia intera e l’inizio della fase costituente.

Da chi è composto – Il “Tavolo di confronto” sarà composto dal sindaco, con funzioni di Presidente, dal presidente del Consiglio Comunale; dal vicesindaco, dall’assessore alla Cultura, dall’assessora alle Pari Opportunità e dai rappresentanti dei seguenti soggetti ed associazioni che hanno già espresso la propria adesione: l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), in rappresentanza in rappresentanza anche dell’Associazione Perseguitati Politici Antifascisti (ANPPIA); l’Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED); il Coordinamento Associazioni d’Arma; il Centro Imolese Documentazione sulla Resistenza Antifascista e storia contemporanea; l’Archivio Storico dell’Unione Donne in Italia (UDI). I componenti del Tavolo di confronto non percepiranno alcun compenso, gettone o rimborso per l’attività svolta. Il Presidente potrà richiedere, qualora lo ritenga di volta in volta opportuno, la partecipazione al Tavolo di confronto, quali “invitati temporanei”, di persone che, in relazione alle azioni inerenti lo scopo del Tavolo, possono offrire uno specifico contributo.

Nella foto i componenti del “Tavolo di confronto” con anche il “consigliere delegato” Filippo Samachini. Sindaco, Marco Panieri con funzioni di Presidente, dal Presidente del Consiglio Comunale Roberto Visani; dal Vice Sindaco, Fabrizio Castellari, dall’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi, dall’assessora alle Pari Opportunità Elisa Spada, e dai rappresentanti dei seguenti soggetti ed associazioni che hanno già espresso la propria adesione: l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), Gabrio Salieri, in rappresentanza in rappresentanza anche dell’Associazione Perseguitati Politici Antifascisti (ANPPIA); l’Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED), Roberta Dall’Osso; il Coordinamento Associazioni d’Arma; Franco Camaggi, il Centro Imolese Documentazione sulla Resistenza Antifascista e storia contemporanea, Roberto Baroni; l’Archivio Storico dell’Unione Donne in Italia (UDI), Virna Gioiellieri

Perché il “Tavolo di confronto” – Il “Tavolo di confronto” nasce considerando che il prossimo anno coincide con l’80° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, la fine dell’occupazione nazista e la caduta definitiva del regime fascista. “La data costituisce per l’Italia l’inizio di una fase storica che vedrà l’entrata in vigore della nuova Costituzione Repubblicana, il 1° gennaio 1948. A questo va aggiunto che la Città di Imola ha offerto uno straordinario contributo ed un grande impegno di popolo, come testimonia il conferimento alla Città della Medaglia d’Oro al Valor Militare per attività partigiana – spiega il sindaco Marco Panieri -. Con questo “Tavolo di confronto” il Comune vuole cogliere l’opportunità di dare un particolare risalto alla ricorrenza, soprattutto per le giovani generazioni, dando inizio ad un ciclo di celebrazioni ed approfondimenti su un periodo storico così significativo in cui si sono costruite le basi fondamentali sulle quali poggia tuttora la comunità imolese”.