Faenza. Beppe Sangiorgi presenta il suo libro “Il ragazzo dalla camicia bianca”, una storia d’amore nella collina romagnola lungo il Novecento. Appuntamento sabato 16 marzo, ore 17.30, alla Bottega Bertaccini. Partecipa Cristiano Cavina.

Dopo il fortunatissimo “Sotto le coperte non c’è miseria – Sesso e amore nella Romagna popolare”, torna alla Bottega Bertaccini Beppe Sangiorgi per presentare il suo nuovo libro “Il ragazzo dalla camicia bianca” (Il Ponte Vecchio) in compagnia di Cristiano Cavina.

La storia

Questa è la storia di Sandrina e Angiulì, il racconto della loro vita e del loro amore, che si snoda lungo il Novecento. Ne è uscito lo spaccato di un mondo ricco di umanità, di ironia, di slanci amorosi e tradimenti, di tenerezze e ripicche.

Teatro e palcoscenico dei fatti è la collina romagnola, dove religiosità e superstizione si fondevano in un unico rito, nel quale amori e abitudini costituivano lo sfondo per il dispiegarsi di storie felici e tragiche, divertenti e commoventi.

Le vicende di Sandrina e Angiulì, provenienti da famiglie contadine, offrono lo spunto per ricostruire un patrimonio culturale di antichi detti ed espressioni verbali che riflettono la mentalità e i modi di vita degli abitanti della campagna romagnola, una civiltà sopravvissuta fino all’ultimo dopoguerra. Per conservare l’originalità e l’immediatezza del dialetto, che si perdono nella traduzione in italiano, le espressioni verbali più significative sono proposte nella parlata di Casola Valsenio (con traduzione a piè di pagina), dove è ambientata la storia.

I personaggi sono reali ma, per costruzione letteraria, di essi sono riportati solo i nomi e i soprannomi, così da offrire al lettore il gusto del romanzo.

Ambiente, vicende e dialoghi vengono proposti nella loro realtà, a volte anche cruda, per ricordare il paesaggio fisico e umano di un’epoca, pur vicina, che si è sfilacciata nel gorgo della modernità.

Giuseppe (Beppe) Sangiorgi è nato e vive a Casola Valsenio. Giornalista e scrittore, è autore di pubblicazioni e video documentari sulla Romagna, raccontata anche con conferenze, attraverso la storia, il folklore, la cucina, il vino e il paesaggio fisico e umano.