Cambiare i mobili di casa è un primo passo per modificare la “personalità” del proprio arredamento. Sono molteplici gli aspetti che influenzano la nostra percezione nei confronti dell’estetica domestica: vernici, pavimenti, mobili, elementi di design.

Naturalmente, la prima valutazione riguarda lo stile di arredamento: è meglio optare per la continuità o per la rivoluzione? Il secondo step prevede la scelta del brand a cui affidarsi, tenendo conto che esistono numerose piattaforme specializzate nella vendita di arredo online, come mobili2g.com.

Come scegliere lo stile di arredamento?

Al giorno d’oggi non è così semplice modificare l’aspetto della propria casa, per un motivo ben preciso: di stili di arredamento ne possiamo valutare tantissimi, dal classico al moderno, dallo shabby chic fino all’industrial.

Molto dipende da come immaginiamo la nostra casa, ma anche dalla situazione attuale. Vogliamo rivoluzionare l’arredo, oppure preferiamo la continuità?

Facciamo un esempio: sì, possiamo acquistare nuovi complementi di arredo, ma possiamo anche mantenere alcuni elementi di design, in modo tale da sostituire solamente alcuni oggetti o mobili.

Per chi invece deve arredare una casa nuova o intende rivoluzionare l’aspetto, allora a questo punto è determinante valutare altre strade, magari sperimentando con gli stili.

I principali stili di arredamento

Non li elenchiamo tutti, perché sarebbero troppi, ma tra gli stili maggiormente scelti negli ultimi anni citiamo lo shabby chic, il moderno, il contemporaneo, il classico, il minimal, l’industrial e l’urban chic.

A questo punto c’è anche da sottolineare che abbiamo l’opportunità di optare per un mix di stili diversi, ma bisogna farlo seguendo i consigli di un interior designer, in quanto potremmo incorrere nell’effetto kitsch.

Come scegliere lo stile della casa?

La casa è il nostro porto sicuro, il luogo in cui più in assoluto ci sentiamo… protetti e al sicuro. Va da sé che riflette spesso i nostri gusti, la nostra personalità: la casa, alla fine, riflette l’anima di chi la abita.

Ecco perché è molto importante seguire le tendenze dell’arredo, certo, ma non solo. Per chi ama una vita ordinata ed essenziale, allora il minimal style è decisamente perfetto, perché è rivolto a chi vuole evitare il superfluo.

E chi, invece, preferisce l’eleganza e la qualità del legno, allora lo stile classico esprime tutta la bellezza di un design che non è mai tramontato: raffinato, ma anche essenziale al contempo, dove si prediligono materiali come ceramica e cristallo.

Ma potremmo citare lo stile fusion per gli amanti del gusto eclettico, per chi apprezza mixare le tonalità forti; o ancora lo stile green, dove si predilige l’aspetto ambientale, la filosofia del “vivere sano e bene” a contatto con la natura.

Gli aspetti da considerare in fase di acquisto

Abbiamo pensato che possa essere utile riportare alcuni aspetti da considerare in fase di acquisto dei mobili, in quanto permettono di fare chiarezza e di trovare lo stile più indicato.

1. Tenere conto delle esigenze funzionali;

2. Valutare il proprio stile di arredamento preferito;

3. Prendere in considerazione gli spazi e le proporzioni;

4. Avere un budget di riferimento;

5. Finiture e materiali più amati.

Una volta approfondito ciascun criterio, siamo pronti per rivoluzionare l’arredamento della nostra casa e creare uno spazio personale unico e super chic.