Castel S. Pietro Terme (Bo). Il libro di Riccardo Dal Monte, “Le grandi congiure del Rinascimento. Dai Borgia ai Medici, dagli Sforza ai Pazzi. Tradimenti, ribellioni e omicidi che hanno segnato il Quattrocento e il Cinquecento” (Newton editore), verrà presentato venerdì 5 aprile, ore 20.30, alla libreria Atlantide in via Mazzini 93. Dialoga con l’autore Michele Naldi.

Il Rinascimento è un periodo di fioritura artistica e letteraria. Ma come ogni epoca di transizione, è segnato anche da grandi conflitti. Superbia, invidie, losche macchinazioni e congiure hanno caratterizzato il Quattrocento e il Cinquecento.

La sete di potere ha reciso spesso legami famigliari e storiche alleanze, rivelando il lato oscuro di personaggi illustri.

Riccardo Dal Monte ripercorre più di un secolo di storia attraverso tredici drammatici episodi di cui sono protagoniste famose signorie, dai Medici di Firenze agli Sforza di Milano, e casati minori, come i Manfredi di Faenza e gli Alidosi di Imola.

Il libro affronta anche famigerati omicidi, come quello del duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e quello del signore di Forlì Cecco Ordelaffi. Una congiura alla volta, si scoprono le crepe più insidiose e gli inganni più eclatanti di un periodo di massimo splendore italiano.

L’autore

Riccardo Dal Monte, classe 1978, insegna storia e filosofia nel liceo Rambaldi di Imola. Autore del saggio La via del coraggio. Dal guerriero antico al soldato moderno, la vittoria dell’uomo sulla paura, è noto per le sue lezioni divulgative in cui il pubblico viene accompagnato per le piazze e nei luoghi più evocativi dei centri storici.

Michele Naldi, ingegnere e storico di Castel S. Pietro, è membro dell’associazione culturale “Terra Storia Memoria”.

Per ulteriori informazioni: libreria Atlantide, tel./Whatsapp 051.6951180 – email: [email protected].