Comincia a comporsi, anche se non è del tutto completo, il quadro dei candidati a sindaco negli otto Comuni (tutti meno Imola e Castel del Rio) che andranno al voto nel circondario il prossimo 8 e 9 giugno in concomitanza con le elezioni europee.

La città con il maggior numero di abitanti è Castel San Pietro dove la consigliera regionale del Pd Francesca Marchetti sfiderà il candidato scelto dal centrodestra Davide Mazzoni (Lega). Nella seconda città per numero di abitanti a Medicina, invece, la corsa sarà a tre fra il sindaco che cerca la conferma Matteo Montanari (Pd) nel centrosinistra, Rosario Guzzo per il centrodestra e il civico Emanuele Longhi per Medicina Attiva.

A Mordano il sindaco ricandidato dal centrosinistra Nicola Tassinari è ancora in attesa dell’avversario del centrodestra.

Proseguendo nella pianura a Castel Guelfo altra gara a tre fra il sindaco in carica Claudio Franceschi del centrosinistra, Marco Signorini annunciato proprio il 6 aprile dal centrodestra e un terzo candidato della lista civica Progetto Castel Guelfo che sarà annunciato sabato 13 aprile in un pubblico incontro nel centro del paese.

Da sinistra il candidato a sindaco del centrodestra a Castel Guelfo Marco Signorini, Diego Baccilieri, Nicolas Vacchi ed Elisa Mazzocchi

A Dozza è in corsa un braccio di ferro fra il sindaco che va a tentare addirittura il tris Luca Albertazzi e Luca Mainieri, civico sostenuto da partiti quali il Pd, il M5s, Verdi e Sinistra Italiana.

Salendo in Vallata, duello al femminile a Casalfiumanese fra la sindaca Beatrice Poli (Pd) e la candidata del centrodestra Stefania Rovatti (Fdi). Interessante la sfida a Borgo Tossignano dove per ora sono in campo il sindaco del centrosinistra Mauro Ghini (Pd) e Paolo Sartiani, parecchi anni fa nella Dc, che forse potrebbe raccogliere l’appoggio del centrodestra.

Infine, a Fontanelice si profila un confronto a due fra il sindaco che tenta la riconferma Gabriele Meluzzi del Pd e lo sfidante del centrodestra Vito Vecchio (Lega).

(m.m.)