E precisamente in Senato. Come mai? E’ presto detto. Un gruppo di soci ha preso contatto con il senatore Pietro Patton eletto a Trento e certamente un esperto del tema vitivinicolo. E’ stato per anni presidente del Consorzio Vini del Trentino, ma è soprattutto noto per aver guidato il salvataggio di una importante realtà cooperativa, la cantina di Lavis.

Proprio facendo riferimento a questa esperienza (a cantina era considerata ormai irrimediabilmente destinata a finire la propria attività, e grazie a Pietro Patton si è risollevata e pur con fatica ha ripreso il suo percorso) i soci Cavim hanno chiesto un incontro per capire se anche loro potevano avere delle chances di successo.

Patton ha ripercorso la strada fatta dalla Lavis e al primo posto ha messo una condizione. Azzerare il gruppo dirigente in carica.

Oggi anche Cavim ha eletto un nuovo pilota e quindi  non è da escludere (anche se assai complicata) la probabilità di riprendere in mano il proprio destino.

Patton  è inoltre un buon conoscitore del mondo di Confcooperative e potrebbe essere il veicolo per altri contatti.

(m.z.)