Dozza. Tre giorni di ‘Dozza in Festa’ per celebrare il vino. E l’Albana, vitigno autoctono del territorio, avrà un ruolo da protagonista. Il 10, 11 e 12 maggio, con una ricca programmazione che spazia dal mercato alle degustazioni oltre ai convegni, alla musica ed alla buona gastronomia, il borgo dei muri dipinti metterà in vetrina i migliori nettari d’uva della zona. Già, nel cuore del centro storico, a pochi passi da quella Rocca che ospita la sede dell’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna con le sue centinaia di etichette. La testimonianza più cristallina della forza trainante del comparto vitivinicolo negli equilibri produttivi ed economici dell’area di riferimento. L’evento, organizzato dalla Fondazione Dozza Città d’Arte con il patrocinio del municipio locale, sarà il biglietto da visita ideale per una dozzina di cantine del territorio. Un contesto scenico suggestivo e affascinante con i banchetti per gli assaggi allestiti in quel museo a cielo aperto noto in tutto il mondo per i suoi murales.

Si partirà il 10 maggio, dalle 17, con il convegno ‘Il ruolo del vino come driver turistico’ nelle sale nobili dell’antica fortezza. Un’ora più tardi, invece, il via ufficiale alle degustazioni, all’attività del banco ‘Albana del cuore’ e allo stand gastronomico dove le ‘arzdore’ sforneranno manicaretti fatti in casa per suggellare la nomea della straordinaria tradizione culinaria emiliano-romagnola. Possibilità di acquistare in loco i ticket per assaggiare, con tanto di tasca e calice da passeggio, i vari vini. La colonna sonora? Il dj set ‘Questa non è Ibiza’ con Gary Caos, Peter Kharma e DJessa. Il giorno successivo si comincerà già alle 14 con il Premio Letterario ’Alda Merini’ in Rocca poi, a seguire, street food, fiera di paese e lo start della ‘Dozza Wine Trail Kid’. Una passeggiata ludico-motoria lungo le viuzze dell’abitato, curata dall’Atletica Imola Sacmi Avis, per giovani nati dal 2006 in poi. Truccabimbi, laboratori insieme allo staff dell’associazione di volontario culturale ‘Incontri’ e la speciale degustazione di tarocchino bolognese per mescolare il fascino dell’astrologia con il mistero dei tarocchi di Tommaso e Monica di ‘Olistic Art’. Serata all’insegna delle sette note per accontentare tutti i gusti: dall’esibizione del Corpo Bandistico Folcloristico Dozzese al ‘Festival del duo pianistico’ nel castello senza dimenticare, per la gioia dei teenager, il dj set. Full immersion domenicale il 12. Partenza di buon mattino per gli atleti della ‘Dozza Wine Trail’ con trail competitivo e non competitivo di 17 chilometri in fuoristrada e le camminate non agonistiche di 4 e 7,7 chilometri. Non solo. Spazio pure al percorso Nordic Walking di 12 chilometri. Archiviate le fatiche sportive, confermato fino a sera l’intero cartellone di iniziative a cui si aggiungeranno la presenza del Centro Occupazionale ‘La Tartaruga’ ed il ‘Festival Metropolitano del Paesaggio’. Una giornata di festa da vivere in completo relax grazie anche al servizio di trasporto gratuito con navetta da Dozza a Toscanella.