Bologna. “Pmi e disastri climatici. Strumenti di prevenzione, gestione e tutela per la business continuity” è il titolo dell’evento organizzato da Confartigianato Bologna Metropolitana che avrà luogo giovedì 30 maggio, a partire dalle ore 14, al Savoia Hotel Regency di Bologna (uscita 9 tangenziale – San Donato).

Michela Utili

“Come Confartigianato abbiamo organizzato questo convegno per fare il punto della situazione un anno dopo la devastante alluvione che ha colpito in particolare i territori della Romagna – afferma Micaela Utili, responsabile Sistemi di gestione specialistici e sostenibilità di Confartigianato Bologna Metropolitana -. Nello stesso tempo però vogliamo che sia anche un’occasione per cercare di capire come sia possibile tutelarci per il futuro e quali sono gli strumenti a disposizione. Il convegno è stato pensato appositamente per il mondo delle imprese e dei liberi professionisti, anche se la partecipazione è aperta a tutti i cittadini”.

In Italia il 25% delle piccole e medie imprese può subire danni legati alla crisi climatica. Bologna è la città metropolitana con i territori più esposti a rischio esondazioni. Il 50% della sua superficie complessiva è a rischio idrogeologico. “Non c’è alternativa alla prevenzione – spiega Utili -. Bastano questi dati per capire l’importanza di questo convegno. Grazie a esperti del settore e ad aziende che da anni sono impegnate nella gestione delle emergenze e nel contenimento dei danni, offriremo un quadro il più possibile esaustivo di ciò che oggi è possibile fare per tutelare l’impresa e i lavoratori. Il cambiamento climatico in atto è inarrestabile, quindi come Confartigianato siamo impegnati a individuare tutti gli strumenti necessari e disponibili per aiutare le imprese e chi ci lavora, con un occhio attento alla sostenibilità”.

Scarica il programma >>>>

I temi del convegno

– Dissesto idrogeologico: le zone più a rischio e gli interventi della Regione Emilia-Romagna.
– L’impresa non è un’isola: progettare e gestire l’attività tenendo conto del suo contesto.
– Il Piano di continuità operativa (Bci) e il Piano di ripristino dopo l’emergenza: le strategie per assicurare la sopravvivenza delle organizzazioni.
– Rischi catastrofali: la legge di bilancio e i nuovi obblighi assicurativi per le imprese
– Assicurazioni: l’importanza dell’analisi dei rischi per garantire la continuità di business. I servizi per la gestione delle emergenze e il contenimento dei danni legati alle polizze assicurative.
– ESG: rischi, standard o indicatori? Comprendere le tre dimensioni della sostenibilità per cogliere opportunità e ridurre i rischi.

“Il convegno parte dal far conoscere questi strumenti di prevenzione, cercando poi di individuare quelle che possono essere le strade per metterli a disposizione di tutte le realtà economiche, grandi o piccole che siano. E come Confartigianato stiamo lavorando in questo senso. Possiamo pensare a delle economie di scala aggregando più aziende, semmai collocate in uno stesso territorio, facendo contratti collettivi.Alla stregua dei gruppi di acquisto che già esistono per l’energia o i prodotti alimentari. D’altra parte la storia economica ci dice che il grande merito di certi personaggi non è stato quello di inventare qualcosa, ma di rendere disponibile ciò che già esisteva a un pubblico più vasto”, conclude Utili.

Iscrizioni

Link per le iscrizioni: https://forms.gle/7GHD96ATTfDfgp2eA

Attestati e Accreditamenti

Rilascio attestati per aggiornamento RSPP/ASPP (Responsabile del servizio di prevenzione e protezione e Addetto al Servizio di prevenzione e protezione), 3 ore.

Evento accreditato presso i seguenti ordini professionali: Ordine degli Architetti di Bologna, 3 CFP; Collegio Geometri e Geometri laureati di Bologna, 3 CFP; Ordine dei periti Industriali delle Province di Bologna e Ferrara, 4 CFP; Ordine degli Ingegneri di Bologna, 3 CFP.