Imola. Il 26 giugno cominceranno in via Selice i lavori per l’ampliamento del Teleriscaldamento con il collegamento del comparto “Lenci” alla rete principale e la dismissione dell’attuale centrale termica a gas naturale a servizio del quartiere. L’intervento è stato progettato e diretto dalla società HERAtech e verrà inserito nel più ampio cantiere di riqualificazione dell’area che vedrà coinvolta anche RFI, Rete Ferroviaria Italiana, impegnata nella manutenzione straordinaria del sottovia di via Selice, su cui corrono i binari della linea ferroviaria Bologna–Rimini.

Secondo Marco Salicini di HERAtech “l’intervento comporterà diversi benefici, a partire dal minor impatto ambientale: la dismissione  delle attuali centrali termiche a gas naturale del comparto ‘Lenci’ ed il collegamento del medesimo alla rete principale di Teleriscaldamento porterà a una riduzione dell’immissione di inquinanti grazie ad un sistema di riscaldamento più efficiente di quello tradizionale ed alimentato dalla moderna Centrale cogenerativa di via Casalegno”. Alla domanda se e quanti cittadini e aziende hanno richiesto di allacciarsi al teleriscaldamento, è stata data solamente una risposta generica senza numeri specifici. Il cantiere per l’estensione del TLR interesserà via Selice, dall’incrocio con via XXV Aprile a quello con via del Lavoro e una porzione dell’area di parcheggio all’incrocio compreso tra via Selice e via del Lavoro, utilizzata per lo stoccaggio di materiali e attrezzature. Sarà sempre garantito il passaggio ai residenti per raggiungere le loro abitazioni. Sul posto sarà presente di volta in volta la segnaletica specifica con indicazione dei lavori e della viabilità alternativa, concordata con il Comune di Imola e la Polizia Locale. L’investimento di Hera è stimato in circa 1,5 milioni di euro e permetterà uno sviluppo nel comparto Lenci per circa 1 MW di potenza. Facile prevedere qualche disagio per chi resterà a casa in piena estate e vorrà fare qualche gita al mare giornaliera.

Le modifiche alla viabilità nel dettaglio:

  • Dal 26 giugno al 4 agosto: via Selice sarà a senso unico direzione autostrada nel tratto tra XXV Aprile e via Del Lavoro. Via Poiano e via Treves saranno aperte e consentito solo la svolta a destra. Il traffico veicolare provenienti da Nord sarà deviato in via Del Lavoro e via Turati. A questo proposito va detto che dal 26 giugno sarà completamente riaperta al traffico la via Lasie poiché a quella data saranno conclusi i lavori nel tratto ad oggi interessato.
  • dal 5 agosto al 30 agosto: via Selice sarà chiusa da via Resistenza a via Del Lavoro in entrambe le direzioni. Sarà garantito l’accesso dei residenti. Il traffico veicolare provenienti da Nord sarà deviato in via Del Lavoro e via Turati. Il traffico della Circonvallazione direzione autostrada sarà deviato sulla via 1°Maggio.

Per tutto il periodo del cantiere, cioè dal 26/06 al 30/08, per quanto riguarda i mezzi pesanti superiori a 7,5 tonnellate saranno apportate le seguenti modifiche:

  • chi arriva da Nord sarà deviato su via Lasie-1°Maggio;
  • chi arriva dalla circonvallazione sarà deviato su via 1°Maggio-Lasie.

Per tutta la durata degli interventi, sarà garantito il transito dei pedoni e delle bici a mano sul marciapiede da un lato o dall’altro a seconda dell’evoluzione del cantiere.

Manutenzione straordinaria del sottovia di via Selice

Dal 26 giugno al 30 agosto Rete Ferroviaria Italiana, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, realizzerà interventi di manutenzione straordinaria del sottovia di via Selice dove non avvenivano da circa centro anni, su cui corrono i binari della linea ferroviaria Bologna – Rimini e che sovrasta uno degli assi stradali più importanti per il collegamento delle zone nord e sud della città per un investimento di 300mila euro. Due le fasi di lavoro: la prima, dal 26 giugno al 4 agosto, durante la quale il sottovia resterà aperto e la viabilità garantita a senso unico alternato e la seconda, dal 5 al 30 agosto, in regime di chiusura totale.

“Come Amministrazione stiamo avviando, da tempo, una serie di cantieri molto importanti, che stanno trasformando profondamente la nostra città – ha affermato il sindaco Marco Panieri -. Tuttavia, i cantieri sono in aumento esponenziale, sia legati alle opere e sia legati ai servizi, ai sotto servizi e alle reti. Per questo il Comune, insieme ad Area Blu S.p.A., sta pianificando i numerosi interventi previsti nei prossimi mesi, in particolare quelli interconnessi fra di loro seppur di realtà diverse e che impattano in modo importante sulla viabilità e sulla vita quotidiana della città. Nel caso specifico, il Comune si è reso protagonista ed ente mediatore e collettore delle comunicazioni con RFI, da oltre un anno, e con Gruppo Hera. Da un lato l’obiettivo è far comprendere quanto siano importanti quegli interventi, come la riqualificazione del ponte della ferrovia come porta di accesso alla città in termini di consolidamento e di estetica, dall’altro la messa in esecuzione della rete di teleriscaldamento sulla quale stiamo lavorando da anni. Alla luce di tutto questo, si è chiesto agli enti di intervenire contemporaneamente e comprimere, per quanto possibile, tempi e disagi grazie ad un lungo lavoro di analisi, confronto e ascolto. Anche per questo si lavorerà durante l’estate e nel mese di agosto, evitando di farlo quando i flussi sono più intensi”.