Al Caffè della Rocca si accende la musica. Sulla soglia dell’estate, precisamente mercoledì 19 giugno.

Con la nuova gestione del locale si inaugura “Rocca Jazz” in collaborazione col Combo Jazz Club. Discontinuità in continuità. Un gioco di parole che trova il suo senso non retorico in forma e in sostanza. Per 8 serate, tutte di mercoledì, tranne una, la programmazione di qualità,  garantita dall’Associazione ultratrentenne imolese, offrirà al pubblico imolese buona musica con inediti. In una delle cornici più belle della città che oggi appare più come un’opera di Christo a causa del restauro in corso, si esibiranno artisti e artiste di rilievo nazionale così come musicisti/e della scena imolese. Chi ha già un’affermazione riconosciuta e chi, più giovane, emerge  nel panorama musicale. Una caratteristica che identifica da sempre la rassegna estiva da giugno ad agosto così come i ritmi jazz e brasiliani.

Formazioni e musicisti

Ascolteremo il quartetto all stars del  sassofonista ALESSANDRO SCALA con ALESSANDRO ALTAROCCA, STEFANO SENNI E ANDREA GRILLINI; il trio di MASSIMO ZANIBONI  con il contrabbassista americano MARC ABRAMS;  il quartetto della brava vocalist ADA FLOCCO  per la prima volta a Imola;  la  presentazione delle nuove produzioni  discografiche degli imolesi “ DROGO” e del quartetto del flautista DAVIDE DI IORIO;  con la musica brasiliana i “NA BOSSA TRIO”  e i “FORA  DA ORDEM”, gruppi entrambi  per la prima volta a Imola.  Infine i “BLUEHOUND WINE” guidati  dalla brava cantante soul blues BEATRICE LENZINI e dal chitarrista imolese FABIO MAZZINI.

Il programma e le date

Mercoledì 19  giugno ore 21,30 per la prima volta a Imola il “NA BOSSA TRIO”.  Ospite il pianista jazz castellano  Lorenzo Tosarelli. Il gruppo è guidato da Debora Deinstmann, cantante e  violinista brasiliana da tempo residente in Italia, con una formazione musicale  classica alle spalle, ma attiva anche sul versante delle musiche legate alla sua terra . Il “Na Bossa Trio”   presenterà “Pra Vinicius”, un concerto dedicato al poeta e autore Vinicius De Moraes, riprendendo diverse  sue canzoni diventate famose in tutto il mondo come la celeberrima  “Garota de Ipanema”, firmata insieme a Tom Jobim, ma senza dimenticare il sodalizio di Vinicius  De Moraes con il produttore Sergio Bardotti con i lavori in italiano e realizzati durante il suo soggiorno in Italia e interpretati da Ornella Vanoni, Sergio Endrigo, Toquinho. Con la Deinstmann. Completano il trio il chitarrista brasiliano  Vinicius Surian e il batterista Nicola Stranieri.

Fora da Ordem

Mercoledì 26 giugno ore 21,30, ancora musica brasiliana con  “FORA DA ORDEM” . Il trio  composto da bravi musicisti da tempo attivi sul versante della musica brasiliana, proporrà  una un viaggio nell’universo musicale di Caetano Veloso. Cantante e compositore bahiano, uno dei musicisti più importanti della MPB (musica popolare brasiliana), protagonista del movimento ‘tropicalista’. Perseguitato dal regime brasiliano negli anni della dittatura, Veloso è considerato uno degli artisti brasiliani più influenti a partire dagli anni Sessanta. Nel trio la brava vocalist Sara Tinti (voce e anima del trio “Lua Nova”, del  trio vocale “Le Scat Noir”, del “Collettivo Rosario” compagnia di body percussion, voce, danza e teatro diretta dal  musicista paulista Charles Raszl); dal sassofonista polistrumentista brasiliano Rohohari Prem, da poco trasferitosi in Italia, già al fianco di artisti brasiliani come: Cauby Peixoto, Toquinho, Rosa Passos, Raul de Souza, e infine dal pianista castellano Lorenzo Tosarelli che alterna la passione per il jazz al suo amore per il variegato universo sonoro brasiliano.

Mercoledì 3 luglio ore 21,30 il quartetto della giovane e brava vocalist abruzzese ADA FLOCCO, proporrà un concerto con brani della tradizione jazz rielaborati con nuovi arrangiamenti e sonorità contemporanee e composizioni più moderne di autori come Kenny Wheeler, Herbie Hancock, Wayne Shorter, fino a brani inediti originali.  Flocco è considerata una delle voci emergenti più intessanti della scena jazz attuale. Allieva di Diana Torto, vincitrice nell’edizione 2020 del Concorso Bettinardi per la sezione cantanti, attualmente voce nella prestigiosa ONJGT (Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti)  diretta da Paolo Damiani .  Al suo fianco Saverio Zura alla chitarra, Filippo Cassanelli al contrabbasso e Tommaso Stanghellini alla batteria.

Martedì 9 luglio ore 21,30, primo appuntamento dedicato alla scena jazz imolese. Si presenta il disco “Terza Ridotta”, prima produzione  dei  “ DROGO”. Sia il nome del gruppo, sia il titolo dell’album prendono spunto dal libro di Dino Buzzati “Il deserto dei Tartari” .  Giovanni Drogo è il nome del protagonista del romanzo mentre la “Terza Ridotta” è la parte della Fortezza Bastiani in cui il tenente Drogo alloggia fin dal primo giorno in cui prende servizio. Il quartetto strumentale, autore di una fusion ricca di influenze sonore tra  jazz , funky , rock è nato nel 2018. Composto dagli imolesi  Fabio Landi alle tastiere, Luca Pasotti al basso,  Antonio Pizzarelli al sax e Stefano Passaretti alla batteria.

Alessandro Scala

Mercoledì 17 luglio ore 21,30 appuntamento di grande jazz da non mancare con ALESSANDRO SCALA QUARTET . Il sassofonista ravennate vanta collaborazioni con Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Rosalia de Souza e altri.  Si presenterà a Imola con una vera all stars composta dal pianista Alessandro Altarocca, dal contrabbassista Stefano Senni e dal batterista Andrea Grillini, tutti musicisti di rilievo nazionale . Una serata tra hard bop, bossa nova e soul jazz.

Mercoledì 24 luglio ore 21,30 il flautista sassofonista imolese DAVIDE DI IORIO con il suo Quartetto presenta la seconda produzione discografica in programma.  “BACK  TO FLUTE “ pubblicato per l’etichetta “WoW Records (Italia)”  contiene otto brani originali di cui Di Iorio è compositore e  arrangiatore . Un originale e maturo dove il flauto, spesso marginale nel jazz, è posto in forte risalto valorizzandone il suono e le caratteristiche. La formazione è completata dal pianista Enrico Ronzani, dal contrabbassista  Mauro Mussoni e dal batterista  Manuel Giovannetti , tre fra i migliori jazzisti della scena romagnola e non solo.

Mercoledì 31 luglio ore 21,30 un altro esordio  per la scena imolese con la band “BLUEHOUND WINE” . Formazione  nata a Bologna dall’incontro tra quattro musicisti appassionati al desert blues e  black music. Il repertorio include brani originali e classici riarrangiati con un sound energico ed essenziale. Alla voce la brava ed energica cantante Beatrice Lenzini, bolognese di adozione ma originaria dell’Isola d’Elba, alla tromba il giovane bolognese Giovanni Tamburini, il quotato cantautore e chitarrista Imolese Fabio Mazzini e il bassista imolese Luca Pasotti.

La rassegna si chiude Mercoledì  7 agosto alle 21,30 con l’atteso trio “Bb  MOTION “ .  Un trio “pianoless” guidato dal noto sassofonista  di area imolese Massimo Zaniboni, figura apprezzata della scena jazz romagnola e bolognese, con diversi dischi all’attivo. Il progetto offrirà una  rilettura originale di classici del jazz moderno pescati dai repertori di Thelonious Monk, John Coltrane, Bill Evans, Chick Corea, McCoy Tyner ecc.. Affiancano Zaniboni il contrabbassista  newyorkese Marc Abrams, una figura di primo piano sideman richiestissimo che vanta collaborazioni e tour con Kenny Clarke, Chet Baker, Sal Nistico, Al Foster, Toots Thielemans,  il Pietro Tonolo ecc.,  e il bravo batterista romagnolo  Manuel Giovannetti . Un concerto d’ottimo jazz.

L’ingresso è con consumazione obbligatoria.  Per informazioni e prenotazioni : 338 6726498.

Il programma è a disposizione nel sito:  http://www.combojazzclub.com/ 

(v.g.)